Attenti a quei 4! I pesci alieni nei nostri mari da conoscere e riconoscere

Una campagna di Ispra e Cnr-Iribim spiega come riconoscere e monitorare la presenza di quattro specie ittiche di origine tropicale.

4366
Pterois miles, foto E. Azzurro

Pesce palla maculato, pesce scorpione, pesce coniglio scuro e pesce coniglio striato. Sono tutte arrivate dal canale di Suez le quattro specie aliene invasive di origine tropicale segnalate nei mari italiani, per la prima volta in Sicilia, a cui prestare attenzione per evitare spiacevoli incidenti.

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e l’Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irbim) lanciano la campagna “Attenti a quei 4” per informare i cittadini, spiegare come riconoscerle e monitorare la loro presenza e distribuzione nelle acque italiane, grazie anche alle segnalazioni di pescatori e subacquei.

L’Ispra e il Cnr-Irbim invitano tutti i pescatori, i subacquei e chiunque abbia osservato o catturato una di queste specie in acque italiane, a documentare  con  foto/video e inviare la propria osservazione tramite WhatsApp al numero di telefono +39 320 4365210 o postarla sul gruppo Facebook Oddfish (https://www.facebook.com/groups/1714585748824288/) utilizzando l’hashtag: #Attenti4

La campagna “Attenti a quei 4!” è patrocinata dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, Ministero della Transizione ecologica, Ministero della Salute, Comando Generale delle Capitanerie di porto.

Comunicato stampa

Attenti a quei 4! (Locandina)

1 commento

  1. le schede potrebbero essere più chiare nella descrizione delle specie (ad esempio manca qualsiasi indicazione delle dimensioni, habitat – profondità, fasi giovanili…) oppure dare un link che rinvii a maggiori dettagli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.