Suolo e geologia

  • Banca dati geofisica – Raccoglie ed organizza i dati rilevati in proprio o attraverso il programma CARG 1:50.000 e 250.000 o ricevute tramite la Legge 464/84 o da altri Enti utilizzando metodologie geofisiche quali la gravimetria, magnetometria, sismica, multibeam, sidescansonar, geoelettrica, georadar, microtremori, geodesia, topografia.

  • Banca Dati Nazionale dei Sinkhole – Contiene i dati relativi ai fenomeni di sprofondamento nelle aree di pianura del territorio nazionale raccolti mediante ricerche bibliografiche e sopralluoghi in sito. Tali dati, non ancora definitivi, vengono aggiornati ed integrati da ISPRA.

  • Censimento “Siti minerari abbandonati” – Complessivamente sono stati censiti 3006 siti appartenenti a tutte le regioni italiane, di cui: Sicilia (761 siti), Sardegna (438), Toscana (413) e Piemonte (378).

  • Consumo di suolo– Portale e applicazione del Consumo del Suolo. mette a disposizione dati, cartografie, indicatori a scala nazionale, regionale e per singolo comune riferiti al quinquennio di osservazione 2012, 2015, 2016, 2017 e 2018. Sono inoltre presentati in forma semplificata e divulgativa i principali aspetti ambientali connessi al suolo, ai fenomeni di trasformazione e consumo, ai servizi ecosistemici ad esso correlati.

  • Database Nazionale cave/miniere Servizio Geologico d’Italia
    Database geologico-minerario nazionale in linea con gli standard europei, basato sulla Banca dati del Progetto di realizzazione della cartografia geologica nazionale alla scala 1:50.000 – Progetto CARG e sulla sua integrazione e implementazione con i dati derivanti da altri Data Base esistenti.

  • Geositi – Il geodatabase contiene le informazioni sui siti di interesse geologico, geositi, collezionate nel Censimento Nazionale dei Geositi dell’ISPRA

  • ITHACA – Il progetto ITHACA (ITaly HAzard from CApable faults), prevede un database per la raccolta e la facile consultazione di tutte le informazioni disponibili riguardo le strutture tettoniche attive in Italia, con particolare attenzione ai processi tettonici che potrebbero generare rischi naturali.

  • Sondaggi profondi – dati dell’attività di Esplorazione e Produzione degli idrocarburi in Italia depositati presso l’UNMIG dal 1957 a oggi, e che per legge possono essere resi pubblici dopo un anno dalla cessazione del titolo minerario della società che li ha realizzati