Copernicus4Snpa, al via la comunità di pratica per l’uso dell’osservazione della Terra

È partita il 30 gennaio la prima fase del percorso di formazione e addestramento per l’Snpa nell’ambito della “Collaborazione Ispra-Agenzie per la promozione e supporto nella conoscenza, diffusione ed uso di metodi e prodotti Copernicus”, il programma europeo di Osservazione della Terra (OT), con il coinvolgimento del Coordinatore dello User Forum Nazionale, Prof. Andrea Taramelli dello IUSS di Pavia, del Coordinatore nazionale della Copernicus Academy, Prof. Bernardo De Bernardinis, e delle Copernicus Entrusted Entities delegate dalla Commissione Europea: Mercator Ocean International, l’Agenzia Europea dell’Ambiente, ECMWF, JRC, SatCen.

L’obiettivo è costruire una comunità di pratica per l’uso dell’OT nei compiti istituzionali del Sistema – dal monitoraggio dell’ambiente marino, del territorio, dei movimenti del suolo, della qualità dell’aria, dei cambiamenti climatici, ai servizi di Emergenza e Sicurezza, offerti liberamente e gratuitamente da Copernicus – che, presso sia Ispra che ciascuna delle Agenzie, sia in grado di continuare e rendere tendenzialmente permanente tale azione formativa/addestrativa.

Ciò al fine di mettere in atto le possibili sinergie, nel rispetto delle competenze e campi di azione, che consentano di migliorare e potenziare, anche innovandoli, gli strumenti, le procedure ed i servizi per il monitoraggio, il controllo, il supporto tecnico e le attività istruttorie, anche attraverso la condivisione di conoscenze, dati ed informazioni, ed attività di ricerca nelle materie di competenza del SNPA, finalità di carattere istituzionali che gli Enti intendono e devono perseguire congiuntamente.
Tale azione, cofinanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del progetto FPCUP, consta di 3 fasi: 6 giorni in presenza in Ispra, 2 giorni presso ciascuna Agenzia e ulteriori 3 incontri presso Ispra, con il coinvolgimento di circa il 25% del personale tecnico Snpa.

Programma

Presentazione del corso