Educazione alla Plastic-freER

281

Il contributo di Arpae e dei Ceas. L’anteprima al GP imolese di Formula1

La Regione Emilia-Romagna ha elaborato e approvato nel novembre 2019 la strategia regionale per la riduzione dell’incidenza delle plastiche sull’ambiente denominata “#Plastic-freER” quale tassello della propria Strategia complessiva di Sviluppo Sostenibile.

Tale strategia è stata sviluppata in coerenza con Il “Piano d’Azione dell’Unione europea per l’economia circolare”, che indica ai Paesi membri soluzioni alternative alla produzione e consumo usa e getta della plastica e alla sua dispersione nell’ambiente – nei corsi d’acqua e nei mari in particolare – promuovendo, oltre al riciclo, da un lato la riduzione, il riuso e la rigenerazione della materia, dall’altro nuovi modi di produrre e di consumare.

L’iniziativa della Regione – afferma Irene Priolo, assessora all’Ambiente – è forte dell’apporto di tutti gli stakeholder, dai produttori ai consumatori, dalle università alle scuole, dalla pubblica amministrazione al volontariato, e della necessaria coerenza e comportamenti responsabili che ciascuna organizzazione può e deve adottare per avere un ambiente, una società e una economia migliori per le attuali e future generazioni.

Tra le 15 azioni previste dalla strategia regionale vi è la campagna educativa a cura della rete regionale di educazione alla sostenibilità coordinata da Arpae. Il progetto ha previsto un percorso formativo per gli operatori a cura del CERCIS dell’Università di Ferrara, una attività ricognitiva di buone e cattive pratiche, una campagna di comunicazione, la progettazione e realizzazione di iniziative rivolte alla cittadinanza curate da 12 CEAS in altrettanti territori: CEASRA21 Ravenna, CEAS Multicentro dell’Area Urbana per la sostenibilità e l’educazione ambientale del Comune di Forli, CEAS Multicentro Comune Rimini, CEAS Intercomunale dell’Area Padana di Monticelli D’Ongina (PC), CEAS Intercomunale Rete Reggiana, CEAS dell’Unione delle Terre d’Argine di Carpi Novi Soliera, CEAS LA RAGANELLA dell’unione comuni area nord Modena, CEAS Intercomunale Valle del Panaro, CEAS Circondario Imolese, CEAS Tresinaro Secchia-Terre Reggiane, CEAS Geolab, CEAS PoloAdriatico.

Una anteprima delle azioni dei Ceas la avremo invece in occasione del Gran Premio internazionale di Formula 1, previsto all’autodromo di Imola dal 16 al 18 aprile 2021, quando l’Amministrazione comunale ed il Ceas del circondario imolese promuoveranno la riduzione dell’utilizzo di plastica monouso attraverso l’allestimento di un distributore di acqua Hera e mettendo a disposizione brick in Tetrapak al posto delle classiche bottigliette di acqua in plastica.

Il prossimo 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente istituita dall’ONU, i Ceas dell’Emilia-Romagna organizzeranno in ciascuna città e territorio le prime azioni di sensibilizzazione e dimostrative, che coinvolgeranno la cittadinanza nella pulizia dei corsi d’acqua e del mare.

Per approfondire

La strategia plastic-freER della Regione Emilia-Romagna

La campagna educativa dei Ceas

Webinar “Il concetto di Economia circolare: esperienze e buone pratiche in Emilia-Romagna”

La campagna di comunicazione

Prove tecniche di comunicazione integrata: le parole chiave e le immagini dei poster che i Ceas utilizzeranno, personalizzandoli, per pubblicizzare le iniziative sui territori.

Poster PlfrER 1 – Poster PlfrER 2 – Poster PlfrER 3 – Poster PlfrER 4

Il primo GP F1 plastic-free
(comunicato del CEAS di Imola)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.