Mappatura amianto in Piemonte, telerilevamento aereo e con droni

255
mappatura amianto Piemonte

Il progetto di mappatura regionale delle coperture con presenza di amianto attraverso tecniche di telerilevamento è stato avviato nel 2013 da Arpa Piemonte con la collaborazione al suo interno di più strutture quali il Polo Amianto, i Dipartimenti territoriali e il Nucleo Sistema Informativo Geografico.

Il progetto è iniziato con l’analisi delle precedenti esperienze maturate in ambito nazionale e internazionale, al fine di valutare l’applicabilità tecnica ed economica delle differenti metodologie alla scala ed estensione spaziale della mappatura regionale in Piemonte. L’analisi delle principali esperienze realizzate tra il 2000 e il 2010 ha evidenziato punti di forza ma anche criticità come costi generalmente elevati, tempi di realizzazione lunghi e conseguente applicabilità a porzioni di territorio limitate.

Si è reso pertanto necessario delineare una nuova metodologia in grado di rispondere all’esigenza di:
• un immediato avvio operativo con applicabilità del modello a scala regionale;
• costi ridotti, mediante l’uso di dati già disponibili e l’impiego di sole risorse professionali e strumentali disponibili all’interno dell’Agenzia.

Sono state utilizzate tecniche di analisi da telerilevamento e GIS in grado di elaborare e classificare automaticamente immagini aeree disponibili con identificazione delle caratteristiche radiometriche e tessiturali tipiche delle coperture tradizionali di cemento-amianto, distinguibili di norma dalle altre coperture tradizionali (tetti in coppi, metallo, bitume, etc.).

In un articolo pubblicato sul Rapporto Ambiente SNPA Edizione 2018 viene descritta la metodologia adottata, che è stata applicata su un’area di indagine prioritaria di circa 10.000 km2, coinvolgendo completamente o parzialmente più di 600 comuni la cui popolazione residente è pari a circa il 75% della popolazione regionale. L’attività di analisi è stata completata nel 2014 e ha portato all’individuazione di oltre 128.000 coperture georeferenziate di edifici potenzialmente contenenti cemento amianto.

A partire da tali risultati è stata avviata l’attività di sopralluogo in campo da parte dei Dipartimenti provinciali che prevede la verifica della natura delle coperture, la raccolta delle informazioni sulle caratteristiche e la valutazione sullo stato delle coperture.

Attualmente oltre il 64% delle coperture è stato verificato in situ identificando circa 38.000 coperture contenenti cemento amianto e circa 9.000 coperture bonificate.

Al fine di agevolare il più possibile tali attività di censimento, è stata sviluppata un’apposita applicazione GIS, Sistema Informativo Mappatura Amianto, che permette ai Dipartimenti territoriali di ARPA Piemonte di creare e aggiornare in tempo reale i dati inerenti le fasi sopralluogo alimentando una base dati unica e centralizzata.

A partire dal 2016 sono stati attivati progetti finalizzati a integrare i rilievi con droni APR (Aeromobile a pilotaggio remoto) per i monitoraggi ambientali in Arpa Piemonte.

Nel 2017 è stato avviato uno specifico progetto (tuttora in corso) finalizzato a sperimentare e valutare l’efficacia del rilievo con drone per l’analisi delle coperture in cemento amianto. La metodologia adottata è descritta nell’articolo pubblicato sul Rapporto Ambiente SNPA Edizione 2018.

elaborazione fotogrammetrica 3D dei dati rilevati con drone

Nel 2017 sono stati effettuati rilievi su diverse aree residenziali e industriali di tre comuni in provincia di Cuneo attraverso l’impiego di APR ultraleggero ad ala fissa.

Tutti i dati derivanti dai rilievi sono stati quindi elaborati internamente all’Agenzia e integrati nel Sistema Informativo Geografico agenziale. Un ulteriore livello di approfondimento e di evoluzione del sistema è rappresentato dall’introduzione di tecniche di machine learning nel campo dell’analisi dei dati telerilevati (immagini aeree o da drone). È attualmente in corso una prima sperimentazione di tecniche di analisi con reti neurali in grado di apprendere e riconoscere differenti tipologie di coperture degli edifici. I primi risultati appaiono molto interessanti e aprono nuove frontiere di evoluzione e innovazione.

I risultati della mappatura sono disponibili all’indirizzo:

http://webgis.arpa.piemonte.it/amianto_storymap_ webapp/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.