Torna la mostra d’arte ‘Isola Prossima’

348

ISOLA PROSSIMA è un progetto artistico che ha luogo sull’isola Polvese del lago Trasimeno, promosso da Arpa Umbria e organizzato in collaborazione con l’Associazione ART MONSTERS.
Dopo il successo della prima edizione, tenutasi nel 2021, Isola Prossima torna anche quest’anno con una mostra che si terrà dal 1 luglio al 10 settembre.

Isola Prossima è centrato su tre parole chiave: arte, ambiente, futuro. La nostra società ha ribadito in modo peculiare quanto già conosciuto da secoli: nessun essere umano è isola ma vive e trova pieno sviluppo nel contesto relazionale condiviso. L’esperienza vissuta da noi tutti durante questa pandemia ha palesato quanto la realtà individuale di ciascuno sia interconnessa ai destini degli altri, quanto la rete sociale sia fondamentale per affrontare le sfide che ci si pongono davanti. Sfide che oggi sono primariamente quella del rapporto con l’ambiente naturale e quella di riuscire ad immaginare il mondo a venire. Concetti a loro volta fortemente intrecciati: qualsiasi progetto sul futuro dell’umanità deve tener conto del rapporto con l’ambiente, mettendo in discussione il nostro modo di stare nel mondo. Pensare il futuro significa avere una visione del mondo a venire, perché tutto il nostro agire assume le forme che siamo capaci di immaginare.

Isola Prossima è un evento patrocinato da Regione Umbria, Provincia di Perugia, dal Comune di Castiglione del Lago e dal Comune di Magione

LA MOSTRA  2022

Isola Prossima intende far convivere diverse generazioni di artisti, quindi diverse visioni e approcci. Il percorso della mostra presenterà una realtà composita, un pluriverso in cui gli artisti coinvolti porteranno i propri mondi, le proprie riflessioni e indagini, la propria visione

Scultura, installazioni, pittura e video e andranno a comporre una geografia immaginativa in cui le opere, con il potere estetico ed estatico che solo l’arte possiede, saranno parti essenziali di un “viaggio esperenziale” sull’isola, svelando e celando, sorprendendo e confondendo, presentando in forme nuove “ciò che sembra noto” e usando forme note per far emergere “l’invisibile”.

Gli artisti:

Giulia FILIPPI / Alexander W. KOSSUTH / Antonio MASSARUTTO
Matteo MEZZADRI / Franco PASSALACQUA / Elena RADAELLI con Francesco BERTALÈ

Insieme alle opere degli artisti invitati, faranno parte del percorso espositivo anche le opere deigiovani artisti che hanno partecipato alla Residenza artistica “Isola Creativa”:

Irene CANDELMA / Sofia CAPPELLO / Diego MONACCHIA
Letizia PAOLETTI / Diego PULA / Luciana ZAPATA BARRAVINO

I luoghi 

La location è l’isola Polvese nei suoi ambienti naturali e negli spazi dell’Ex Monastero di San Secondo: la mostra si svilupperà infatti in un percorso che dal molo dell’isola porta fino al Monastero, attraverso degli hotspot in cui si incontreranno le opere in relazione con la conformazione naturalistica e architettonica dell’isola. In particolare, gli ambienti coinvolti sono: 

  • Castello e il prato adiacente le mura
  • Sagrato della Chiesa di San Giuliano
  • Piscina Porcinai – Giardino delle piante acquatiche
  • Rovine della Chiesa di San Secondo, a ridosso del Monastero
  • Ex Monastero di San Secondo (Apertura da giovedì-domenica ore 15.00-19.00)·              


Curatore della mostra

Matteo Pacini


Direttore artistico del progetto
Massimiliano Poggioni 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.