Valutazione e gestione del rischio chimico nei laboratori

564

Il 1 dicembre a Bologna in un seminario dell’Inail Arpa Basilicata presenta l’algoritmo del Snpa per la valutazione del rischio chimico in un laboratorio.

Sarà presentato a Bologna mercoledì 1 dicembre, nell’ambito di un workshop organizzato dall’Inail all’interno del salone Ambiente Lavoro, il nuovo manuale “Unichim 192 sulla valutazione e gestione del rischio chimico nei laboratori”.

Il nuovo testo illustra le principali metodologie utilizzabili per la valutazione del rischio chimico per la salute e la sicurezza nei laboratori, mettendo in rilievo le peculiarità delle attività svolte in questi ambienti di lavoro e fornisce agli operatori un supporto di carattere pratico nella scelta delle misure di gestione del rischio.

Il workshop proporrà un approfondimento sulle esposizioni multiple e sui modelli di calcolo utilizzabili ai fini della valutazione, tra cui il modello Ispra–Arpa, di cui viene fornito qualche esempio di applicazione pratica.

Sarà anche approfondito l’argomento delle schede di sicurezza e dei dispositivi di protezione collettiva come le cappe chimiche.

Durante il seminario, in programma dalle 15.45, gli interventi verteranno sulla “valutazione  e sulle misure di gestione del rischio chimico nei laboratori”,  sulle “novità introdotte nel Manuale Unichim 192-3 su collaudi, manutenzioni, verifiche e i controlli successivi al collaudo”  e sull’“algoritmo del Sistema delle Agenzie ambientali per la valutazione del rischio chimico in un laboratorio” a cura dell’Arpa Basilicata.

La presentazione del manuale, che sarà condiviso e adottato anche al di fuori dei laboratori del Sistema, rappresenta per il Snpa un importante risultato, che porta a compimento un percorso portato avanti da anni sul tema della sicurezza sul lavoro. Il modello, giunto alla terza revisione, affronta e risolve le criticità evidenziate dalla lunga esperienza applicativa del metodo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.