28 aprile 2021 – Giornata di sensibilizzazione sul rumore

1290
Locandina International Noise Awareness Day
Locandina International Noise Awareness Day "AascoltiAMO i suoni" - 28 aprile 2021

L’International Noise Awareness Day (Giornata di Sensibilizzazione sul Rumore) è un evento ideato e organizzato per la prima volta nel 1996 dal “Centre for Hearing and Communication” negli USA, per promuovere la consapevolezza dei pericoli di esposizione a lungo termine al rumore e per contrastarne gli effetti sia sull’udito che, più in generale, sulla salute dei cittadini.

L’evento interessa ogni anno Scuole e Istituzioni in molti paesi del mondo e coinvolge varie Società Nazionali di Acustica, beneficiando del supporto dell’EAA e del network Eurocities. (fonte AIA).

Ma che cosa è il Rumore?

Si definisce rumore qualsiasi perturbazione sonora che, emergendo dal silenzio, dia luogo a una sensazione acustica, è quindi sinonimo di suono, ma si usa soprattutto per suoni soggettivamente giudicati non musicali o che comunque riescano sgradevoli, fastidiosi, molesti, o addirittura dannosi (definizione vocabolario Treccani).

Dal punto di vista fisiologico, quindi, facendo riferimento all’impatto sul soggetto che lo subisce, un suono non desiderato e disturbante viene definito come rumore. Una persona può essere esposta a rumore prodotto da lei stessa e dal suo nucleo familiare nella sua abitazione, da altre persone in abitazioni vicine o da rumore che viene dal contesto esterno, dalle attività produttive, dalle infrastrutture, in una parola dall’ambiente.

Il rumore presenta una caratteristica particolare rispetto a molti altri fattori di pressione ambientale: esso è direttamente rilevabile dalle persone esposte, e il suo livello di interferenza con le situazioni e le pratiche della vita è valutabile, letteralmente, ad orecchio, in modo non certo meno raffinato della più evoluta strumentazione di misura.

I soggetti disturbati, manifestando secondo modalità più o meno formali il proprio disagio, operano direttamente una forma di monitoraggio delle fonti di rumore.

In questo senso si può dire che è sempre stato attivo un elemento di controllo delle condizioni di rumorosità ambientali, e di diretto riscontro degli effetti nocivi.

Mentre il danno acustico è legato al livello sonoro e prescinde dal soggetto, dal momento e dal tipo di suono, la minore o maggiore sensibilità nei confronti del rumore ambientale, così come il fastidio e il disturbo, possono variare a seconda dell’individuo esposto e delle condizioni ambientali di contorno. La percezione del disturbo sonoro varia con le richieste di qualità della vita che una società esprime, con la condizione sociale e la tipologia di sorgente sonora coinvolta.

Si può affermare, quindi, che il rumore disturbante esercita la sua azione negativa sull’ambiente, inteso come ambito in cui l’uomo vive e svolge le sue attività. Esso interferisce con le legittime fruizioni degli ambienti stessi e provoca un degrado della qualità della vita, rappresentando, ad oggi, uno dei problemi ambientali più urgenti nelle aree urbane.

L’evento

La 25ª edizione della Giornata di sensibilizzazione sul rumore si celebra il 28 Aprile 2021 nelle scuole italiane.

Questa edizione si inserisce nell’ambito delle attività dell’“International Year of the Sound 2020-2021”, e l’obiettivo è quello di sensibilizzare i bambini e i ragazzi sul tema dell’acustica, dell’esposizione al rumore, dei rischi che essa comporta ed informare sulle possibili soluzioni.

Per via delle restrizioni imposte dalla pandemia dovuta al Coronavirus tutt’oggi in vigore, questa edizione è limitata per quanto riguarda la presenza fisica di docenti dell’Associazione Italiana di Acustica (AIA) nelle scuole, ma non è sicuramente meno importante ed efficace per il messaggio che intende trasmettere, volto ad una sensibilizzazione di tutta la popolazione, portandola a conoscenza delle tematiche inerenti il rumore e gli aspetti ad esso correlati.

Per questo motivo l’International Noise Awareness Day – INAD Italia, che fa parte dell’Associazione Italiana di Acustica, ha prodotto diverso materiale, come ad esempio dei cartoni animati per i più piccoli, le “Noisella Short Stories”.

Queste due serie di cartoni animati dai titoli “Noisella teaches acoustics” e “Hearing sounds with Noisella”, disponibili sul canale YouTube ufficiale, hanno come protagonista Noisella, un simpatico personaggio che, in compagnia del suo gatto Marisa e dei suoi amici, illustrerà alcuni concetti fondamentali riguardanti l’acustica.

The Noisella's Adventures - Canale YouTube ufficiale INAD - Italia
The Noisella’s Adventures – Canale YouTube ufficiale INAD – Italia

2 Commenti

  1. Riguardo alla frase
    “Mentre il danno acustico è legato alla potenza sonora e prescinde dal soggetto” vi segnalo che sarebbe piuttosto da scrivere che “il danno acustico è legato al livello sonoro…”. La potenza è una caratteristica intrinseca della sorgente sonora; anche se è alta, ma io mi trovo a distanza oppure la sorgente è schermata, non è detto che io rischi un danno. Viceversa, se sono a breve distanza di una sorgente che ha una potenza sonora relativamente bassa (pensiamo per esempio agli auricolari), il danno può certamente verificarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.