Il monitoraggio delle acque sotterranee in Sardegna

La procedura per l’analisi dei superamenti delle Concentrazione della Soglia di Contaminazione (CSC)

472
acque sotterranee in sardegna

L’attività di monitoraggio dei corpi idrici sotterranei svolta dalle Arpa Sardegna, richiede ogni anno il prelievo di centinaia di campioni di acque da stazioni di monitoraggio che fanno riferimento a vari contesti idrogeologici, ambientali ed antropici e sono sottoposte a differenti tipi di pressioni.

L’analisi dei campioni per i diversi parametri dei profili analitici previsti dal monitoraggio determina generalmente, per cause diverse, la presenza di numerosi superamenti delle Concentrazioni Soglia di Contaminazione (CSC) previste dal D.Lgs 152/2006.

La procedura elaborata da Arpa Sardegna prevede che i superamenti delle CSC siano analizzati nel dettaglio, al fine di comprendere il contesto idrogeologico, ambientale e antropico nel quale sono inserite le stazioni dalle quali sono stati prelevati i campioni, ed esaminare le modalità di attuazione del prelievo. L’analisi dei dati evidenzia le situazioni effettivamente meritevoli di particolare attenzione e le distingue da quelle nelle quali il superamento ha un significato meno importante.

Leggi l’articolo integrale nel Rapporto Ambiente 2018

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.