Attività

A partire dalla governance stabilita dalla legge 132/16 che ha istituito il Snpa: il Consiglio nazionale (costituito dai legali rappresentanti di Ispra e delle Arpa-Appa), il Presidente Snpa (che è il Presidente Ispra), il Vicepresidente (nominato dal Consiglio fra i direttori delle Arpa), si è definita una politica ed una architettura organizzativa.La politica è costituita dal Programma triennale approvato dal Consiglio, nel quale sono definite la Visione e la Missione del Snpa, nonché gli obiettivi programmatici per il triennio 2018-2020.Con la deliberazione n.36 del 9 maggio il Consiglio Snpa ha approvato la costituzione dei TIC (Tavoli Istruttori per il Consiglio), definendone la denominazione, la descrizione sintetica delle attività attribuite, gli obiettivi individuati, i Coordinatori e Vice Coordinatori nonché i componenti.Ad ogni TIC fanno riferimento Gruppi di lavoro (GdL) e Sottogruppi Operativi (SO), ai quali sono assegnati specifici obiettivi da raggiungere (si tratta quindi di articolazioni organizzative temporanee, legate al raggiungimento dei loro obiettivi), e Reti dei Referenti (RR), cioè forme permanenti di coordinamento per singoli filoni di attività, con la presenza di rappresentanti di tutti gli enti che compongono il Snpa.L’unica RR non inserita nell’ambito dei TIC e quella relativa alle attività di “Comunicazione e informazione” che fa riferimento – per il suo carattere strategico – direttamente all’Ufficio di Presidenza (costituito da Presidente e Vicepresidente), come è stato deciso nel Consiglio nazionale del 22 febbraio 2018.