CO2 dei progetti europei. Uno strumento per misurarla con Arpa Veneto

515

Divenire una società neutra dal punto di vista climatico è una sfida primaria e un’opportunità per costruire un futuro migliore per tutti. Per dare concreto impegno a questo obiettivo, il programma Interreg EURO-MED, che opera nell’area del Mediterraneo, chiederà a tutti i progetti beneficiari del finanziamento nel prossimo settennato, di impegnarsi nel massimo contenimento delle emissioni climalteranti e di compensare quelle inevitabili.

Con il progetto WECAREMED (ToWards thE CARbon offsEtting in MED, in italiano Verso una compensazione delle emissioni di carbonio per il programma MED), Arpa Veneto, insieme ad altri tre partner accademici, ha realizzato uno strumento per la stima dell’impronta di carbonio e delle linee guida per la compensazione delle emissioni relative alle attività gestionali dei progetti finanziati.

Con l’Agenzia, che è capofila, collaborano il Centro di Ricerca Interuniversitario di Economia Pubblica – CRIEP dell’Università di Padova, l’Università di Siviglia con il Dipartimento di Ingegneria Energetica e l’Università di Salonicco con il Laboratorio di Fisica.

Lo strumento è ora in fase di test e il gruppo di lavoro è alla ricerca di progetti in corso o in fase di proposta che potrebbero provarlo per prendere coscienza dell’impronta carbonica relativa alle attività e scoprire i potenziali margini di miglioramento. Ai progetti aderenti verrà rilasciato un report sintetico di stima delle emissioni di carbonio associate alle attività di gestione previste.

Lo strumento supporta il potenziale beneficiario sia in fase di presentazione della proposta, sia in fase di monitoraggio lungo l’implementazione del progetto finanziato. Le attività quantificate sono relative agli spostamenti e ai consumi giornalieri del personale coinvolto, agli eventi legati al progetto, agli strumenti acquistati grazie al progetto e al materiale cartaceo stampato per le iniziative di comunicazione. Modificando alcune variabili, chi utilizzerà lo strumento potrà fare delle analisi di scenario e selezionare l’alternativa con le performance ambientali più elevate. 

Per maggiori informazioni e manifestare il proprio interesse, si invita a contattare i seguenti riferimenti di Arpa Veneto entro il 31 agosto 2022

  • telefono: 0498239337 (Giacomo Pieretti) 
  • mail: progetti@arpa.veneto.it (inserire nell’oggetto “WECAREMED – adesione fase di test”)

Per maggiori informazioni:

Progetto WECAREMED

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.