#25 novembre: webinar Ispra nella Giornata contro la violenza sulle donne

"Il tempo di ben educare" il titolo scelto per l'evento. Uno sguardo dal passato verso azioni e proposte per nuovi percorsi alla non violenza

402

Attivo da lungo tempo all’interno dell’Istituto, il Comitato Unico di Garanzia dell’Ispra ha voluto dedicare anche quest’anno un momento di riflessione alla ricorrenza del 25 novembre voluta dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Tema centrale del webinar organizzato dal CUG Ispra è stata l’educazione quale elemento cardine per combattere e vincere la battaglia contro la violenza di genere. L’incontro ha visto in apertura i saluti istituzionali del presidente dell’Ispra ed Snpa prefetto Stefano Laporta e la presenza del prefetto Maria Teresa Sempreviva, vice capo della Polizia di Stato. La rappresentante delle forze di polizia ha dato evidenza a come lo Stato stia affrontando concretamente il tema della violenza contro le donne, attraverso una serie di iniziative sul territorio volte a prevenire e gestire un fenomeno che purtroppo vede un trend ancora crescente in Italia e nel mondo. Il presidente Laporta ha ricordato che dal 2006 esiste un numero telefonico di pubblica utilità, il “1522”, per segnalare situazioni di violenza e stalking. L’anno della pandemia ha avuto effetti devastanti sul fenomeno delle violenze domestiche: Laporta ha ricordato che nel 2020, in tempo di lockdown, le segnalazioni al 1522 sono cresciute dell’80% rispetto al 2019.

L’intervento di rappresentanti del mondo accademico, esperti di storia antica e di psicologia, quali Silvia Maria Chiodi, Stefano Ferracuti e Anna Maria Giannini ha fornito prospettive e interpretazioni per comprendere meglio le radici della violenza contro le donne nel passato e cosa siamo tenuti a fare nel presente per cercare di correggere e prevenire il fenomeno. Non è mancato il racconto di un’esperienza “sul campo” realizzata da un gruppo di docenti della scuola primaria e secondaria. “Indici paritari” è il nome dato all’iniziativa da loro promossa, affinché la parità di genere sia inserita nei testi scolastici della scuola dell’obbligo sin dalle prime pagine ovvero negli indici dei volumi.

Gli interventi sono stati accompagnati da un inedito cortometraggio realizzato dal Laboratorio di Arti Sceniche di Roma e presentato in occasione del 25 novembre. Mettersi in gioco ogni giorno contro tutte le forme di violenza, diretta e indiretta, è il messaggio dell’opera, che in pochi giorni ha fatto registrare più di 1200 visualizzazioni.

Fondamentale accresce la sensibilizzazione su temi come quello del 25 novembre, così come sottolineato dal direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti e dalla presidente del CUG Elvira Gatta, ringraziando sia chi ha realizzato l’iniziativa sia gli ospiti relatori.

(Sabrina Arata Farris, CUG ISPRA e Consigliera di Fiducia ASL-Rm6)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.