La Qualità dell’Aria in Breve – Anno 2020

80

Il documento ha come finalità quella di fornire al pubblico una prima serie di informazioni rilevanti sull’inquinamento atmosferico registrato in Veneto nel 2020, grazie ai dati misurati dalla strumentazione automatica presente presso la rete di monitoraggio della qualità dell’aria. Si tratta del primo report ufficiale prodotto dall’Unità Organizzativa Qualità dell’Aria di ARPAV, struttura nata a seguito della riorganizzazione dell’Agenzia e che comprende operativamente le attività riguardanti l’inquinamento atmosferico svolte dall’ex Servizio Osservatorio Aria e dagli ex Servizi di Monitoraggio e Valutazione. Il documento, in particolare, intende focalizzare l’attenzione su inquinanti atmosferici chiave, quali il biossido di azoto, il particolato atmosferico PM10 e PM2.5 e l’ozono, che vengono determinati in tempo reale dalle centraline fisse e i cui indicatori sono già calcolabili a pochi giorni dal termine dell’anno. Tali informazioni consentono di dare una prima valutazione della qualità dell’aria basandosi su considerazioni fatte essenzialmente a scala regionale, e confrontando i livelli degli inquinanti citati con i limiti imposti dal D.Lgs.155/2010. Questo primo studio sarà completato, come di consueto, dalla Relazione Regionale della Qualità dell’Aria, in cui si aggiungeranno tutti i dati degli inquinanti che sono determinati attraverso analisi di laboratorio, quali Benzene, Benzo(a)Pirene, Arsenico, Nickel, Cadmio, Piombo, che necessitano di tempi di lavorazione più lunghi. Inoltre la Relazione Regionale fornirà un’analisi completa dei dati relativi ad ogni singola stazione della rete di monitoraggio aria di ARPAV.

  • ARPA VENETO
  • Anno di pubblicazione: 2021
  • Periodicità: Annuale
  • Temi: Qualità dell’aria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.