Litorale domizio, quali fattori incidono sulla qualità delle acque?

478

I Regi Lagni sono un reticolo di canali, risalenti all’epoca borbonica, il cui corso principale sfocia a Castel Volturno (Caserta). Realizzati per irregimentare le acque della pianura campana, nella seconda metà del Novecento sono diventati recettori di acque reflue non trattate, incidendo negativamente sulla qualità delle acque di balneazione del litorale domizio. Negli ultimi anni questa porzione di costa è stata in gran parte recuperata all’uso balneare, ma restano da indagare i fattori che ancora oggi possono condizionare gli indicatori microbiologici relativi alle acque di balneazione di questo territorio.

Pasquale Luongo, Loredana Pascarella e Giuseppina Merola, del Dipartimento di Caserta dell’Arpa Campania, e Flavia Occhibove dello UK Centre for Ecology & Hydrology di Wallingford (Regno Unito), hanno realizzato uno studio che prende in considerazione due stazioni di monitoraggio situate proprio in prossimità della foce dei Regi Lagni. I risultati dello studio, presentati a settembre nel corso dell’evento Coast, dedicato alla gestione e alla tutela della costa e del mare, nell’ambito dell’ultima edizione di RemTech Expo, vengono illustrati anche sulla rivista dell’Arpa Campania.

luongo_pascarella_occhibove_merola_acque_foce_regilagni

  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.