Tuffi OK per Adriatico e laghi veneti. Lo certifica la terza campagna di controllo dei biologi Arpav

200
Caorle
Caorle - Veneto - Mare - foto di Tiziano Toffanin

Anche la terza campagna stagionale di monitoraggio della balneazione, svolta dai biologi marini di ARPAV, promuove le spiagge del litorale e dei laghi veneti. Le analisi si sono concluse due giorni fa e hanno dato esito positivo per tutti i 174 punti monitorati.

I controlli, effettuati con la Guardia costiera, prevedono rilievi su parametri di natura ambientale (temperatura aria, temperatura acqua, vento corrente, onde, ecc.), analisi di parametri microbiologici (Escherichia coli e Enterococchi intestinali) ed ispezioni di natura visiva (presenza di vetro, plastica, gomme, residui bituminosi, etc.).

Per il 2020 sono previste 2088 analisi, oltre ad eventuali campioni aggiuntivi che saranno effettuati in caso di riscontro di campioni anomali per verificare la persistenza o meno del fenomeno inquinante ed identificarne le cause.

Il programma di controlli è approvato dalla Regione del Veneto che delibera una classificazione basata sui dati dei quattro anni precedenti. La classificazione 2020 vede il 94,8% del totale delle acque nella classe eccellente.

La prossima campagna di controllo è prevista tra il 20 e il 22 luglio 2020.

Gli esiti delle analisi sono pubblicati nel sito del Ministero della salute e nel sito Arpav. Inoltre si possono scaricare dall’appArpav sulla balneazione.

Tutte le info: https://www.arpa.veneto.it/temi-ambientali/acqua/datiacqua/balneazione_rete.php

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.