Aggiornamenti sulle istanze FER idroelettrico gestite dal SNPA

2034

La sezione del sito Web dedicata agli incentivi per la realizzazione degli impianti idroelettrici previsti dal cosiddetto FER1 (DM 4 luglio 2019) è stata aggiornata.

Il FER1 è la normativa che ha regolato la materia relativa ai finanziamenti dei nuovi impianti per la produzione di energie rinnovabili (fotovoltaico e idroelettrico).

In particolare sono ammessi agli incentivi statali solo gli impianti idroelettrici in possesso di determinati requisiti che consentano la tutela dei corpi idrici.

La valutazione di questa conformità avviene in base a una valutazione effettuata da parte del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Ispra, Arpa, Appa).

in base a quanto previsto dal decreto ministeriale, fu pubblicato un primo elenco delle richieste di valutazione (istanze) pervenute al SNPA fino all’ 8 settembre 2019, di cui ora si forniscono indicazioni sullo stato di avanzamento. Al contempo viene anche pubblicato l’elenco delle istanze presentate fra il 9 settembre 2019 e l’8 marzo 2020.

In questo grafico il quadro delle domande pervenute per regione.

2 Commenti

  1. È incredibile come si stanno complicando tutte le autorizzazioni dalla concessione all’autorizzazione unica spesso ci vogliono 20 anni e poi Non è finita serve anche questa ulteriore
    Perché non era compresa nella autorizzazione unica?
    L’Italia sta impedendo qualsiasi investimento anche nell idroelettrico a favore di eolico e fotovoltaico che obbligano la rete a gestire le discontinuità con peeker inquinanti
    BINGO

  2. Il SNPA è chiamato a eseguire una verifica di conformità sul solo accesso agli incentivi, nel rispetto delle norme comunitarie che prevedono la contemperazione della produzione idroelettrica con gli obiettivi di qualità ambientale dei corpi idrici in una visione cumulativa a scala di bacino. I tempi di risposta del sistema sono congrui con quanto imposto dal decreto FER1 e legati alla congruità e completezza delle informazioni richieste.
    Sugli altri aspetti le consigliamo di rivolgersi a MATTM e il MISE, che determinano le linee di indirizzo in tema di piano energetico nazionale.
    p. la Redazione AmbienteInforma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.