Lazio: aggiornato il Piano di risanamento della qualità dell’aria

L'aggiornamento, approvato dalla Regione Lazio, entrerà in vigore a fine anno

908

Con Deliberazione n. 8 del Consiglio Regionale del 5 ottobre 2022 (pubblicata sul BURL n. 88 del 25/10/2022), è stato approvato l’aggiornamento del Piano di risanamento della qualità dell’aria (PRQA) che entrerà in vigore a sessanta giorni dalla data di pubblicazione e rimarrà valido fino al prossimo aggiornamento.

L’aggiornamento del PRQA ha l’obiettivo di raggiungere il rispetto dei valori limite indicati dal D.Lgs. n.155/2010 sull’intero territorio regionale attraverso l’attuazione di un set di misure che concorrano a ridurre le emissioni secondo un’ipotesi di scenario.

La costruzione dello scenario di piano prevede il raggiungimento dei valori limite in un arco temporale di cinque anni e la sua determinazione è stata realizzata in concreto a partire dalla ricostruzione della situazione attuale, individuata nell’inventario delle emissioni in atmosfera (base di riferimento relativa all’anno 2015, con aggiornamenti ad anni più recenti per settori specifici).

Stabilito lo scenario emissivo di piano in termini di riduzioni delle emissioni necessarie per il rientro delle concentrazioni inquinanti all’interno dei limiti di legge, si è identificato il catalogo delle misure e delle azioni necessarie per concorrere alla riduzione emissiva in relazione ai cinque settori responsabili delle emissioni.

La completa attuazione delle misure dovrebbe permettere di ridurre le emissioni dei diversi settori come mostrato nella seguente tabella:

I documenti che costituiscono il l’aggiornamento del PRQA sono:

  • La Relazione di Piano: contiene un quadro conoscitivo del contesto ambientale, dello stato di qualità dell’aria nel Lazio e delle principali fonti emissive; la descrizione delle misure e la simulazione modellistica degli scenari; la valutazione degli impatti sanitari; indicazioni sulle modalità di monitoraggio del piano (indicate meglio nei paragrafi successivi).
  • Il Rapporto Ambientale: è il documento che ha accompagnato la fase di confronto con i soggetti competenti in materia ambientale e con i soggetti interessati a vario titolo.
  • Le norme tecniche di attuazione: si compongono di 35 articoli e sono tese ad evitare, prevenire o ridurre gli effetti dannosi per la salute umana e per l’ambiente nel suo complesso, determinati dalla dispersione degli inquinanti in atmosfera. Le norme prevedono provvedimenti per la riduzione delle emissioni di impianti residenziali, industriali e per la riduzione delle emissioni diffuse, limitazione al traffico veicolare, provvedimenti di carattere emergenziale, e sezioni specifiche riguardanti i provvedimenti da adottare nell’Agglomerato di Roma e nella Valle del Sacco, zone critiche della Regione.

L’attività di monitoraggio del PRQA è impostata su due livelli:

  • Monitoraggio dell’attuazione: azioni di controllo dello stato di avanzamento nella realizzazione delle misure.
  • Monitoraggio dell’efficacia: valutazione dei risultati, per accertare il raggiungimento degli obiettivi preposti e l’efficacia delle misure e delle azioni necessarie per raggiungerli.

Inoltre, il MITE ha approvato il nuovo programma di valutazione della qualità dell’aria della Regione Lazio, che supporterà il monitoraggio dell’efficacia delle azioni previste e la loro eventuale rimodulazione nel tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.