“Incontri del Mare”, Arpa Sicilia e il Miur incontrano 300 studenti a Lipari (Me)

552

Arpa Sicilia ha partecipato alle due giornate di approfondimento “Incontri del Mare” organizzate il 13 e 14 ottobre a Lipari dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con Arpa Sicilia nell’ambito del Piano Rigenerazione Scuola. La manifestazione ha visto la partecipazione di diversi partner istituzionali tra cui, Guardia Costiera, Soprintendenza del mare, Rete Nautici, Marevivo, Istituto Comprensivo “Isole Eolie” e ha coinvolto più di 300 studenti giunti da tutta Italia. L’evento si inserisce nell’ambito delle iniziative del Piano ministeriale RiGenerazione di cui Arpa Sicilia è parte quale membro della Green Community.

Hanno preso parte all’evento: il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi intervenuto in collegamento da remoto, Antonino Di Liberto, direttore generale Ministero dell’Istruzione, Vincenzo Infantino, direttore generale di Arpa Sicilia, Ferdinando Maurici, soprintendente del Mare, Giovanni Calvelli, Capitano di Vascello Guardia Costiera, Giuseppina Rita Jose Mangione, primo ricercatore presso Indire e responsabile della Struttura di ricerca “Innovazione metodologica e organizzativa nelle scuole piccole, Giuseppe Pierro, direttore generale Usr Sicilia, Mirella Fanti, dirigente scolastico Ic Isole Eolie. Ignazio Cammalleri, direttore della Uoc Ricerca & Innovazione di Arpa Sicilia e Rosanna Costa, Uoc Ricerca & Innovazione, insieme al documentarista Riccardo Cingillo hanno presentato agli studenti i temi della sostenibilità, biodiversità e Natura 2000 con un’esperienza interattiva ed immersiva.

Le attività di approfondimento proposte da Arpa Sicilia

La presentazione del docufilm “Corallo racconta la biodiversità” realizzato con i fondi del Progetto Corallo finanziato dal Programma Interreg Italia-Malta su due dei siti di progetto ricadenti nelle Isole Eolie (Filicudi e Basiluzzo), e la realizzazione di una esperienza di edutainment, in grado di coniugare l’educazione con l’intrattenimento. Grazie al laboratorio immersivo realizzato tramite oculus, visori in grado di riprodurre immagini a 360° e in 8K, gli studenti hanno potuto “vivere” un’esperienza suggestiva e coinvolgente osservando habitat, specie, suoni e paesaggi dei siti di progetto, e di riflettere sulle possibili modalità di fruizione sostenibile dei luoghi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.