Nuovi strumenti e azioni per le bonifiche. Online Ecoscienza 4/2021

Per i siti contaminati, serve più integrazione tra gli aspetti tecnici, normativi, economici e sanitari.

918

Al centro del nuovo numero della rivista di Arpae Emilia-Romagna, un servizio di approfondimento sulla situazione delle bonifiche dei siti inquinati in Italia, gli studi sugli impatti, le iniziative per sbloccare il recupero delle aree contaminate. In questo numero parliamo anche di qualità dell’aria con un’analisi di un episodio di trasporto di dust, di deontologia nella comunicazione scientifica e di uno studio sulle api.

Un nuovo impulso per le bonifiche
È necessaria una visione di insieme sostenibile per i siti contaminati

La bonifica dei siti contaminati è un procedimento complesso, nel quale sono coinvolti aspetti tecnici, normativi, ambientali, economici e sociali che devono trovare una sempre maggiore integrazione, come evidenzia nell’editoriale il direttore generale di Ispra Alessandro Bratti. Il servizio proposto da Ecoscienza si snoda tra questi temi, riportando i principali aspetti legali e burocratici relativi alle bonifiche e alcune riflessioni sull’esigenza di tenere conto delle questioni di sostenibilità negli interventi di risanamento. Ospitiamo alcuni casi studio di siti contaminati di interesse nazionale (Sin), con un focus particolare sulle attività di autorizzazione e monitoraggio delle Agenzie ambientali e lanciamo uno sguardo allo sviluppo tecnologico e approcci innovativi alla risoluzione dell’inquinamento da parte delle aziende.

Tra gli altri argomenti di attualità: la deontologia del giornalismo scientifico e uno studio sui batteri come fonte di composti protettivi per le api.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Osservatorio ecoreati, Libri.

Scarica Ecoscienza 4/2021
Vai e Ecoscienza 4/2021, versione sfogliabile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.