Arpa Campania ha nominato la consigliera di fiducia

820

Al fine di dare pienezza e concretezza all’articolo 7, comma 1, del decreto legislativo 165/2001, secondo cui “… le amministrazioni pubbliche garantiscono un ambiente di lavoro improntato al benessere organizzativo e si impegnano a rilevare, contrastare ed eliminare ogni forma di violenza morale o psichica al proprio interno” e nel pieno convincimento che le politiche di pari opportunità e quelle orientate al perseguimento del benessere organizzativo, nonché alla lotta contro qualsiasi forma di discriminazione, siano una leva importante per il miglioramento dell’efficienza organizzativa e della qualità dei servizi resi, l’Arpa Campania, a far data dal 2018, ha avviato un processo di sistematizzazione e disciplina degli strumenti di tutela della dignità di ciascun dipendente.

Tra le azioni messe in atto per prevenire, contrastare ed eliminare ogni possibile forma di molestia, morale o sessuale, e mobbing è stato dapprima costituito il Comitato unico di garanzia (Cug), che si è reso sin da subito operativo proponendo il Piano delle azioni positive e, conseguentemente, il Codice di condotta. All’approvazione del Codice è seguito, in esito a selezione pubblica, il conferimento a far data dal 1 luglio 2020 dell’incarico di consigliera di fiducia alla dott.ssa Giovanna Galifi, che ha già ricoperto questo ruolo in altri enti del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (Arpa Piemonte e Arpa Puglia).

L’istituzione dell’ufficio della consigliera di fiducia è stato previsto, insieme alle regole che disciplinano la sua azione di assistenza, nel Codice di condotta, adottato con deliberazione n.638 del Commissario Arpac del 28 dicembre 2018. La Consigliera di fiducia si caratterizza per l’essere una “parte imparziale” deputata, in applicazione del Codice di condotta, a raccogliere nell’organizzazione lavorativa segnalazioni riguardo atti di discriminazione, molestie sessuali e morali, mobbing e a porre ad esse concreto rimedio, con tecniche di prevenzione e di risoluzione.

La consigliera fornisce assistenza e consulenza a chi ritenga di essere vittima di comportamenti ostili; su richiesta della persona interessata, assume in trattazione il caso suggerendo le modalità più idonee per risolverlo. Come previsto dal Codice di condotta dell’Agenzia, la consigliera di fiducia “…esercita la sua funzione nella più ampia autonomia e nell’assoluto rispetto della dignità di tutti i soggetti coinvolti, garantendo la neutralità e l’imparzialità rispetto ai casi trattati nonché la totale riservatezza delle notizie e dei fatti di cui viene a conoscenza”.

In una logica di piena collaborazione e al fine dello scambio di informazioni utili e dell’individuazione dei fattori che, derivando da forme di discriminazione e/o violenza morale o psichica, incidono negativamente sul benessere organizzativo, sarà, infine, promosso un efficace raccordo tra la Consigliera di fiducia e il Comitato unico di garanzia per conferire una giusta e compiuta tutela alla sfera morale della comunità agenziale. Ulteriori informazioni sul sito dell’Agenzia .

Claudia Cesaro – presidente Comitato unico di garanzia Arpa Campania
c.cesaro@arpacampania.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.