I primi sei mesi del sito Web Snpambiente

237

Sono ormai circa sei mesi che il sito Web del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente www.snpambiente.it è online.

Il sito al momento contiene oltre 3.400 articoli, cioé tutti i contenuti del notiziario AmbienteInforma dall’inizio delle sue pubblicazioni nel maggio 2016, e circa 130 pagine, costruite appositamente.

Dopo questo primo arco di tempo appare, si ritiene opportuno condividere l’andamento delle statistiche relative ai fruitori, rilevate attraverso Google Analytics, individuato come il software standard usato per calcolare questie informazioni (vedi “Gli indicatori delle attività di comunicazione e informazione Snpa“.

Questi dati sono messi a confronto, per valutare l’andamento nel tempo, con quelli a suo tempo rilevati per il precedente sito – ora confluito in questo – in cui venivano pubblicati gli articoli di AmbienteInforma.

Complessivamente nel periodo preso in esame (1 dicembre 2018 – 31 maggio 2019) sono stati registrati più di centomila utenti, che hanno effettuato oltre 185.000 visite (sessioni) visualizzando oltre 335.000 pagine. Nel periodo corrispondente (dicembre 2017 – maggio 2018) il precedente sito di AmbienteInforma aveva registrato rispettivamente poco più di cinquantamila utenti, circa 98.000 sessioni e 159.000 visualizzazioni di pagina. Sostanzialmente possiamo dire che il traffico generato è pressoché raddoppiato.

Nei grafici seguenti vediamo l’andamento mensile.

Va segnalato subito che rispetto ad una tendenza in netta crescita, si è in particolare avuto un “picco” estremo nel mese di gennaio (trascinato in parte anche in febbraio), che ha riguardato una notizia in particolare, Campi elettromagnetici, consigli pratici per l’uso del cellulare, che è stata complessivamente vista più di 22.000 volte, che ha avuto una vera e propria “esplosione virale”, grazie ad una quantità di condivisioni sui social media, ed in particolare su Facebook.

Andando più in dettaglio sulle informazioni che il sistema adottato fornisce, vediamo che quasi la metà degli utenti di Snpambiente naviga da dispositivi mobile (smartphone e tablet), e questo è importante, perchè evidentemente le caratteristiche responsive del sito (già di visualizzazione dei contenuti differenziata in relazione al tipo di dispositivo da cui è interrogato), risulta efficace, visto che sempre di più si naviga utilizzando dispositivi mobile. Una percentuale del 48% che è nettamente superiore anche a quella registrata dal precedente sito di AmbienteInforma nel 2018, che era stata del 34%.

Per quanto riguarda come i navigatori arrivano al sito Snpambiente, una quantità significativa arriva direttamente (prevalentemente dalla newsletter AmbienteInforma), ma vi sono anche quote importanti dal Social media, dai motori di ricerca (e questo vuol dire che il sito sta via via acquisendo una sua visibilità in rete, ed infine da link presenti in altri siti (in particolare da Isprambiente, dove in precedenza era presente la sezione dedicata al Sistema).

Gli utenti che arrivano dai Social media, in netta prevalenza lo fanno da Facebook (91%).

Infine la “classifica” degli articoli e delle pagine più viste nel periodo. Da segnalare come – dopo il “fenomeno” cellulari, il contenuto più visto è la raccolta di notizie sulla “Prima Conferenza nazionale del Snpa“, seguite dalla sezione delle “Linee guida Snpa“.

articoli-piu-letti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.