Un patto per l’informazione ambientale

1586

“Un patto green che riporti i temi ambientali in prima pagina”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa all’incontro di sabato scorso a Roma, che si è tenuto a porte chiuse presso la sede dell’ENEA e ha visto per la prima volta a confronto istituzioni, mondo dell’editoria, direttori di testate giornalistiche e associazioni di categoria. “Oggi lanciamo un patto green per l’informazione ambientale”. Costruire un percorso comune, fatto di idee e proposte concrete è stata la sfida lanciata dal ministro, per dare la massima visibilità ai temi ambientali: dai cambiamenti climatici all’inquinamento urbano, alla sostenibilità; dalle occasioni di lavoro green alle soluzioni che l’economia verde e la scienza già ci mettono a disposizione.

Il patto sarà messo a punto e firmato in occasione del Festival del giornalismo ambientale che si svolgerà a giugno. L’evento, che si sarebbe dovuto svolgere lo scorso weekend, è stato rinviato a causa dell’emergenza sanitaria. Si è comunque scelto di mantenere l’appuntamento con editori e direttori delle testate giornalistiche, e di trasmetterlo in diretta Facebook.

“Il dovere di una corretta informazione – ha detto il presidente Ispra Stefano Laporta – deve puntare, soprattutto in momenti delicati come quello che stiamo vivendo, alla ricerca della fonte autorevole e validata. Dovere prioritario, che sottolineo da presidente di un istituto di ricerca e da cittadino”.

L'informazione è Formazione

Un lungo incontro presso la sede dell' ENEA – Agenzia nazionale organizzato con il Ministero dell'Ambiente, Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e FIMA, Federazione media ambientali, per mettere al centro il tema importantissimo dell'informazione ambientale. Ringrazio tutti gli editori, le federazioni dei giornalisti e chi oggi ha voluto metterci la faccia prendendo impegni precisi. Ci siamo confrontati ognuno con i propri punti di vista, ma è stata chiara una cosa: è fondamentale investire sul giornalismo ambientale. Da oggi incominciamo un percorso che vedrà il primo giro di boa a giugno, durante il Festival del Giornalismo Ambientale quando sottoscriveremo un vero e proprio patto green, chiamando a parteciparvi anche chi oggi non c’era. #LAmbienteNonSiFerma

Pubblicato da Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare su Domenica 8 marzo 2020
Video con la registrazione dell’intera mattinata

#Laporta presidente #Ispra a incontro con media: "la sfida ambientale è una scelta obbligata alla quale nessuno può più…

Pubblicato da Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale su Sabato 7 marzo 2020

L'intervento conclusivo di Sergio Costa Ministro del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in…

Pubblicato da FIMA su Sabato 7 marzo 2020

Stefania Divertito, Giornalista ambientale e capo ufficio stampa Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e…

Pubblicato da FIMA su Sabato 7 marzo 2020

Cristina Corazza responsabile relazioni e comunicazione ENEA – Agenzia nazionale e Direttore della Rivista #ENEA Energia…

Pubblicato da FIMA su Sabato 7 marzo 2020

Marco Gisotti responsabile formazione di FIMA in occasione dell'evento a porte chiuse "Il coraggio dell'informazione…

Pubblicato da FIMA su Sabato 7 marzo 2020

Letizia Palmisano, giornalista ambientale esperta di New Media, in occasione dell'evento a porte chiuse "Il coraggio…

Pubblicato da FIMA su Sabato 7 marzo 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.