A Varese, incontro internazionale su circolarità, sostenibilità e resilienza nella gestione di acque reflue e fanghi

Si terrà dall’11 al 13 febbraio a Varese, nell’aula magna «Granero-Porati» dell’Università dell’Insubria, la prima edizione dell’International Conference on Circularity, Sustainability and Resilience in Water, Wastewater and Sludge Management – Csrw24, organizzata dal Gruppo di ricerca di Ingegneria ambientale dell’Ateneo.

Dopo la serata di apertura dell’11 febbraio, l’evento proseguirà nelle due giornate successive con un fitto programma di lavori strutturato in sessioni tematiche a cui parteciperanno relatori, ricercatori ed esperti provenienti da una ventina di Paesi europei ed extra Ue, tra cui, in particolare, Ungheria, Grecia, Svizzera, Lettonia, Slovacchia, Romania, Turchia, Gran Bretagna Uzbekistan, Malesia, Brasile, Bangladesh e Iran. 

Nell’ottica dei principi dell’economia circolare, il convegno ha l’obiettivo di presentare le più recenti innovazioni nel campo del trattamento delle acque reflue, il riutilizzo delle acque depurate, il risparmio energetico e l’ottimizzazione dei processi.
Fra i vari argomenti, il programma offre anche approfondimenti sulla gestione dei fanghi di depurazione e la loro integrazione con il ciclo dei rifiuti, e della caratterizzazione, gestione e tutela delle acque sotterranee, oltre a un focus sugli inquinanti emergenti, in particolare quelli derivanti dalle microplastiche e dall’uso di farmaci,

Il 13 febbraio, nel corso della settima sessione, è previsto l’intervento “Gestione dei fanghi biologici in Lombardia: caratteristiche, dati e norme” a cura di Sergio Padovani, direttore Attività produttive e Controlli Arpa Lombardia.

Per maggiori informazioni: www.csrw24.it.

Scarica il programma:

CSRW24_Conference-Programme_Draft-Varese-13_02_24