Emilia-Romagna, il progetto per la tutela delle acque potabili

È iniziata la campagna di campionamento per il caso pilota del bacino del fiume Po. Il 28 settembre si terrà il primo workshop nazionale di progetto.

241

Il giorno 8 settembre presso l’impianto di potabilizzazione di Pontelagoscuro (FE) è stato eseguito il primo campionamento degli inquinanti emergenti previsto nell’ambito del progetto boDEREC.

Al campionamento hanno partecipato Arpae e l’Autorità di bacino del fiume Po, partner italiani di progetto; ha partecipato inoltre il Politecnico di Milano.

Il Gruppo Hera S.p.A., gestore dell’impianto, ha supportato tutte le attività, curando anche l’applicazione delle  misure per la tutela delle condizioni di sicurezza imposte dall’emergenza Covid-19. 

La campagna di campionamento appena iniziata proseguirà con un calendario di campionamenti mirati, sviluppato sulla base dei primi risultati ottenuti. Ulteriori aggiornamenti sull’avanzamento delle attività verranno pubblicati sul sito di Arpae.

In Italia il prossimo evento organizzato nell’ambito di boDEREC è il primo workshop nazionale di progetto che si terrà in videoconferenza il 28 settembre, nel pomeriggio, dopo essere stato presentato al mattino nell’ambito del webinar “Consumo di suolo e rischio di alluvioni – scarsità e qualità della risorsa idrica: le nuove sfide per il Distretto idrografico per il fiume Po”.

Approndimenti

Scopri il progetto Interreg boDEREC
Il progetto boDEREC sul sito dell’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po
Vai alla notizia sul sito Arpae sul progetto boDEREC
Scopri l’attività di Arpae nel progetto boDEREC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.