Laporta a Napoli per Green Symposium e incontro con Arpa Campania

328

Giornata di confronto con istituzioni locali e imprenditoria a Napoli per il presidente Ispra/Snpa Stefano Laporta, che ha partecipato alla giornata di apertura del Green Med Symposium alla Stazione marittima e poi ha incontrato il direttore generale dell’Arpa Campania Stefano Sorvino e visitato alcune strutture dell’Agenzia ambientale campana.

All’apertura della terza edizione del Green Symposium, rassegna dedicata all’economia circolare introdotta dall’intervento del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, con la presenza di molteplici esperti e operatori dell’economia “verde”, si è discusso tra l’altro dei progetti nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che vedono com’è noto il Mezzogiorno in prima linea nell’impegno per l’innovazione sostenibile. Il presidente del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente ha ricordato come viene proprio dalla Campania una parte consistente delle proposte presentate, ad esempio, per innovare il sistema di gestione dei rifiuti: un impegno, quello per la realizzazione degli interventi per lo sviluppo in chiave di sostenibilità, in cui Snpa è supporto fondamentale delle istituzioni, in particolare del Ministero per la Transizione ecologica.

Nel corso del confronto con la direzione dell’Arpa Campania, il presidente Ispra ha effettuato sopralluoghi sul battello oceanografico Helios, imbarcazione dell’agenzia campana dedita allo studio dell’ambiente marino, e alla sede della UOC Siti contaminati e bonifiche ad Agnano, alle porte di Napoli. Qui ha visitato i laboratori regionali Siti contaminati, Rifiuti e Diossine e discusso delle prospettive di potenziamento delle infrastrutture laboratoristiche dell’Agenzia con risorse nell’ambito del Piano nazionale per gli investimenti complementari al Pnrr.

Nell’incontro con l’Arpa Campania, il prefetto Laporta è stato accompagnato, oltre che da una delegazione dell’Agenzia (il direttore generale Stefano Sorvino, il direttore tecnico Claudio Marro, il direttore del Dipartimento di Caserta e della UOC Siti contaminati e bonifiche, Salvatore Di Rosa, il dirigente della UO Mare Lucio De Maio), anche dal viceprefetto Filippo Romano, Incaricato del Governo per il contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti in Campania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.