Il Consiglio Snpa del 20 dicembre

998

Lunedì 20 dicembre è tornato a riunirsi il Consiglio Snpa: l’ultimo appuntamento del 2021 è stata l’occasione per fare il punto della situazione, tracciare gli indirizzi per l’attività dell’anno prossimo e dare il benvenuto ai nuovi Direttori generali di Arpa Veneto, Loris Tomiato, e di Arpa Marche, Piergiuseppe Mariotti, e il ben confermato a Carlo Emanuele Pepe, Dg di Arpa Liguria.

Fitto l’ordine del giorno, con 6 argomenti dettagliati in 22 ulteriori sotto-voci, che hanno spaziato su un’ampia varietà di tematiche: alcuni aspetti sono stati più formali, come i pareri relativi alle autorizzazioni in deroga di immissioni di specie non autoctone in alcune regioni, altri più legati all’operatività del nuovo programma triennale.

Si è discusso dei componenti delle 30 Reti Tematiche permanenti, che riferiscono al Coordinamento Tecnico Operativo, già approvate nel precedente Consiglio, ma la cui composizione definitiva dovrebbe chiudersi a gennaio; sono stati istituiti 7 Osservatori della Presidenza (Normativa ambientale e procedure di sistema, Comunicazione e informazione Snpa, Formazione, educazione ambientale e citizen science, Rete cug ambiente e Snpa, Dati e servizi di riferimento per l’informazione ambientale di Sistema, Salute e sicurezza sul lavoro, Biblioteca e centri documentazione Snpa); sono stati anche individuati i DG che coordineranno i nuovi TIC, i Tavoli Istruttori del Consiglio, cui spetterà di individuare a breve i principali prodotti strategici per il triennio e gli altri adempimenti collegati all’attività istruttoria (per il Consiglio) dei TIC stessi.

Fra le tematiche affrontate, le linee guida Snpa: la necessità di aggiornarne alcune (end of waste), le osservazioni pervenute dai soggetti interessati alle emergenze ambientali e l’approvazione di nuovi prodotti (per l’accompagnamento ambientale delle grandi opere e sull’estinzione delle contravvenzioni ambientali ai sensi della legge 68). Poi anche il protocollo di intesa con il Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera; l’accordo con il Mite sulla prevenzione e riduzione del radon indoor e la partecipazione del Sistema al processo europeo sui Bref, i documenti, relativi alle migliori tecnologie disponibili (Best available techniques reference documents); l’accordo quadro sull’uso del sistema di gestione delle reti e dei dati di qualità dell’aria (Opas); il Consiglio ha anche condiviso una risposta comune all’autorità garante della concorrenza e del mercato in materia di uso dello spazio elettromagnetico e i report e le analisi della rete dei Cug.  

Nuovi appuntamenti a gennaio per la presentazione dell’EcoAtlante (strumento Ispra di pubblicazione di dati ambientali per il largo pubblico, dato statistico ufficiale in materia ambientale, strumento suddiviso nei capitoli viaggio, dati e storie), per l’approfondimento relativo alle attività di comunicazione e dei rapporti istituzionali Snpa e per gli accordi su Copernicus, in vista della stipula dell’accordo attuativo Ispra-Mise, seguito da quello con le singole realtà di Snpa per la realizzazione delle attività identificate nei mesi scorsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.