Linee guida Snpa per la gestione delle emergenze ambientali, aperta la consultazione pubblica

2462

Tutte le Agenzie e ISPRA negli anni si sono organizzati per fornire un supporto alla gestione di emergenze ambientali derivanti da eventi antropici e naturali, anche in risposta a specifiche normative. Per uniformare e armonizzare gli interventi effettuati in emergenza, sono state realizzate le Linee guida SNPA per la gestione delle emergenze ambientali.

Nel rispetto del modello di open government, per rendere procedimenti e decisioni più trasparenti e aperti alla partecipazione dei cittadini, SNPA ha aperto le Linee guida ad una consultazione pubblica, che si è aperta il 28 luglio 2021. Obiettivo dell’iniziativa è favorire la condivisione, la partecipazione e la trasparenza con gli altri soggetti pubblici che sono coinvolti nella gestione delle emergenze ambientali.

Le Linee Guida hanno l’obiettivo di fornire i requisiti minimi necessari, dei modelli di riferimento condivisi e i criteri generali per l’attivazione del Sistema Nazionale a Rete per la Protezione dell’Ambiente e delle singole componenti che ne fanno parte, al fine di uniformare l’approccio alla gestione delle emergenze ambientali e di definire le modalità operative di coordinamento per l’attivazione di meccanismi di collaborazione tra strutture del SNPA, a supporto tecnico-scientifico del Dipartimento di Protezione Civile (DPC) in caso di emergenze nazionali, o per la gestione di emergenze di interesse sovraregionale.

Le linee guida intendono rappresentare uno strumento di riferimento per il personale SNPA che opera sul territorio nel controllo delle fonti e dei fattori di inquinamento delle matrici ambientali e delle pressioni sull’ambiente derivanti da fenomeni di origine antropica e naturale di carattere emergenziale, avvalendosi di tutti gli strumenti di cui il Sistema è dotato e individuando le funzioni attribuite dalla normativa nel contesto generale delle emergenze ambientali, anche alla luce del Codice della Protezione civile che ha individuato il SNPA come struttura operativa del Servizio nazionale della protezione civile e, come tale, può essere inserito nelle Funzioni di Supporto previste dal cosiddetto Metodo Augustus (F1 – Tecnico scientifica e di pianificazione, F12 – Materiali pericolosi e F15 – Protezione dell’ambiente) in relazione a eventi emergenziali con ricadute ambientali.

Il documento è articolato in quattro capitoli:

  • una parte introduttiva che fa riferimento al ruolo e alle attività del SNPA nella gestione delle emergenze ambientali e ai rapporti con gli altri Enti che intervengono nella gestione delle emergenze;
  • una parte tesa a uniformare l’approccio alla gestione delle emergenze ambientali attraverso l’individuazione dei requisiti minimi necessari e l’adozione di modelli di riferimento condivisi, integrando le differenti modalità operative di risposta alle emergenze ambientali presenti sul territorio nazionale, e attraverso la definizione di criteri generali per l’attivazione di singole componenti del SNPA o dell’intero Sistema, con la proposta organizzativa per l’attivazione di meccanismi di collaborazione e sussidiarietà tra Agenzie e Ispra;
  • un focus sulle azioni conoscitive necessarie a individuare tipologia, estensione e possibili vie di migrazione della contaminazione, una volta noto il quadro delle informazioni di contesto dell’evento, al fine di conoscerne l’evoluzione, valutando l’opportunità di eseguire nell’immediatezza dell’evento misure speditive in campo e campionamenti per la definizione di strategie di messa in sicurezza della situazione emergenziale e di gestione del post emergenza;
  • una parte mirata a definire aspetti generali della risposta all’emergenza, quali la formazione e l’aggiornamento degli operatori che intervengono in emergenza e la gestione della comunicazione.

I commenti e le osservazioni dovranno essere inviati entro e non oltre il 1° settembre 2021 alle ore 12:00 all’indirizzo di posta elettronica: consultazione.emergenzeamb@isprambiente.it

Linee_Guida_SNPA_emergenze_ambientali

1 commento

  1. Proprio quando tutti stanno in ferie???!!!
    Ottima scelta, denota trasparenza e apertura alla partecipazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.