Radon, altoatesini coinvolti nuovamente nelle misure

Lanciata come iniziativa "pilota" nel novembre 2018, in occasione della "Giornata europea del Radon", ritorna questo settembre l’iniziativa di scienza collaborativa promossa dall’Appa Bolzano che consenta la misura “casalinga" del radon.

319
Kit per la misura del radon in ambienti chiusi (Foto: Appa Bolzano)

“Misura il radon a casa tua!”, ritorna dal 19 settembre l’iniziativa di citizen science di Appa Bolzano rivolta ai cittadini residenti in Alto Adige. Previste 5 serate informative sul radon. Video su YouTube

L’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima di Bolzano ripropone a partire dal 19 settembre l’iniziativa di scienza collaborativa “Misura il radon a casa tua!“. Gli altoatesini interessati possono ricevere informazioni sul radon in occasione di 5 serate informative in programma nelle seguenti date: il 19 settembre a Brunico, il 23 settembre a Bressanone, il 24 settembre a Merano, il 25 settembre a Bolzano e il 26 settembre a Laives. Esperti del Laboratorio analisi aria e radioprotezione dell’Appa Bolzano spiegheranno ai cittadini innanzitutto cos’è il radon e perché è importante misurarne la concentrazione in ambienti chiusi; in aggiunta, durante le serate informative, sarà illustrato alle persone interessate come aderire all’iniziativa che consente le misurazioni casalinghe del radon. Il kit di misura non verrà distribuito durante le serate informative ma sarà spedito successivamente per posta a chi è interessato ed ha partecipato ad una delle cinque serate.

Video (1:50″) realizzato da GNews su incarico di Appa Bolzano
Versione del video in lingua tedesca

L’importanza di misurare il radon in ambienti chiusi
“Il radon – spiega Luca Verdi, direttore del Laboratorio analisi aria e radioprotezione dell’Appa Bolzano – è un gas radioattivo presente in modo naturale nel sottosuolo e nelle rocce; non può essere percepito, perché è incolore e inodore, ma è pericoloso per la salute perché può entrare e accumularsi in abitazioni e altri ambienti chiusi ed essere quindi inalato. È necessario quindi misurare la sua concentrazione negli ambienti di vita chiusi per poter eventualmente mettere in atto interventi di risanamento atti a ridurne la presenza. Una possibile strategia consiste nell’aumentare i ricambi d’aria, eventualmente installando in ambienti chiusi semplici sistemi di ventilazione che permettono di ridurre rapidamente valori anche elevati di radon”.

Ulteriori informazioni sull’iniziativa e sul radon in generale sono disponibili sul sito di Appa Bolzano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.