Definizione delle province geochimiche a mare e dei relativi valori di fondo nei sedimenti marini

Linee Guida SNPA n. 6/2018 (ex Manuali e Linee Guida ISPRA n. 170/2017)

431

Il documento contiene le indicazioni tecniche per la definizione delle province geochimiche a mare e dei relativi valori di fondo nei sedimenti marini, come previsto dalla Direttiva Quadro sulle Acque (2000/60/CE) per il raggiungimento e conservazione del buono stato ambientale dei corpi idrici e dalla relativa normativa nazionale di recepimento (D.M. 56/2009, D.M. 260/2010 e D.Lgs. 172/2015) che prevede, per la valutazione dello stato chimico dei corpi idrici, oltre agli Standard di Qualità Ambientale (SQA) per la matrice acqua e biota, anche quelli, su alcune sostanze prioritarie, per i sedimenti marini.

La determinazione dei valori di fondo per i sedimenti marini è di fondamentale importanza per la corretta valutazione dello stato di qualità degli ambienti marini costieri, poiché nelle aree soggette ad anomalie geochimiche naturali i valori di fondo naturali locali, individuati con queste procedure, potranno sostituire gli SQA identificati a livello nazionale, così come previsto dal D.M. 56/2009.

Il documento contiene, inoltre, una panoramica delle caratteristiche geologiche e geochimiche del territorio italiano, unitamente alle caratteristiche idrodinamiche, morfologiche e idrografiche della fascia costiera, utili ad identificare, almeno in larga scala, le aree costiere eventualmente caratterizzate da sedimenti marini interessati da anomalie geochimiche, in cui vi potrebbe essere la necessità di identificare la reale estensione della provincia geochimica e i relativi valori di fondo locali.

Delibera del Consiglio SNPA. Seduta del 09.05.2018. Doc. n. 34/18

MLG_170_17_Province_geochimiche2

Scarica le Linee Guida SNPA n. 6/2018 (ex Manuali e Linee Guida ISPRA n. 170/2017)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.