Arpal a teatro: in scena, le verifiche impiantistiche

671

Non capita spesso, per il personale del Sistema nazionale di protezione dell’ambiente, di essere chiamato a teatro per motivi di lavoro. Nei giorni scorsi è successo ai tecnici di Arpal, nella prestigiosa cornice del Carlo Felice, restituito alla città di Genova nel 1991.

Il motivo del sopralluogo è stata la verifica dei numerosi impianti di sollevamento presenti nell’imponente torre scenica che ospita gli ingranaggi necessari per spostare i quattro palcoscenici di cui dispone la struttura famosa in tutta Italia per le sue rappresentazioni.

I controlli all’interno dei teatri rappresentano una nicchia prestigiosa di una più ampia gamma di attività, quella delle verifiche impiantistiche, che Arpal effettua negli ambienti di vita e di lavoro, per impianti di sollevamento, termici, elettrici e a pressione.

“Le verifiche sugli apparecchi di sollevamento che svolgiamo – spiega Dario Lagostena, ingegnere responsabile del settore impianti metropolitano del Dipartimento Arpal Attività produttive e rischio tecnologico, intervenuto in prima persona sul palco del Carlo Felice – sono attività a servizio delle aziende, perchè è una responsabilità del datore di lavoro richiedere questo genere di controlli, obbligatori per legge per tutti gli apparecchi che sollevano oltre i 200 chili. Il nostro lavoro, fra le altre cose, consiste nel controllo dei dispositivi di sicurezza e l’integrità dell’apparecchio di sollevamento”.

Il video girato in occasione delle verifiche all’interno del teatro Carlo Felice di Genova

Ogni anno Arpal svolge oltre seimila verifiche impiantistiche, un tema delicato che gli ingegneri Lagostena e Grasso hanno approfondito anche nell’ultimo numero di Atti e Bollettino, il periodico dell’ordine degli ingegneri della Liguria.

AB_n__02_anno_2021

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.