Savager, ne parla Milena Gabanelli su Dataroom

Su Corriere.it i risultati e le potenzialità del sistema ipertecnologico di sorveglianza ambientale utilizzato da Arpa Lombardia

2550

Applicazione di tecnologie della Geospatial Intelligence e dell’osservazione della Terra da satellite, aereo e drone per il presidio ambientale sul territorio regionale.
È questa, in sintesi, la descrizione del progetto Savager di Arpa Lombardia, a cui è interamente dedicato un servizio pubblicato recentemente su DataRoom, la nota rubrica di Milena Gabanelli per Corriere.it.

Sviluppato dall’Agenzia e finanziato da Regione Lombardia, il sistema permette di acquisire indizi di violazione delle normative ambientali in impianti di trattamento rifiuti autorizzati, ma anche di individuare situazioni totalmente illegali, come depositi incontrollati di rifiuti o discariche abusive.

Dal suo avvio, nel marzo 2019, Savager è stato via via applicato nelle provincie di Pavia, Lodi e Brescia portando all’individuazione, attraverso immagini satellitari, di 3.315 siti critici.
I successivi controlli effettuati in campo, anche con l’ausilio dei droni, hanno permesso di svolgere verifiche mirate su 23 siti, in 22 dei quali è emersa l’effettiva presenza di illeciti ambientali.

Per incrementare i risultati e le potenzialità di questo progetto, l’Agenzia ha recentemente avviato una collaborazione con il Politecnico di Milano  per sperimentare le tecnologie di Intelligenza Artificiale nella identificazione automatica, su immagini satellitari e aeree ad altissima risoluzione, di situazioni potenzialmente non conformi alle normative ambientali sui rifiuti.

Guarda il servizio su Dataroom – Corriere.it:
Lombardia, i furbetti dei rifiuti «pizzicati» dal cielo con il satellite spia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.