Premio Campiello Mariolina Venezia in Ispra con il progetto Leonardo

58

Incontro-dibattito letterario organizzato dal Comitato Unico di Garanzia dell’Ispra per promuovere il benessere organizzativo attraverso la letteratura contemporanea, la storia ambientale e culturale delle regioni italiane. Prima tappa la Basilicata, lo scorso 3 ottobre, insieme alla scrittrice lucana Mariolina Venezia: l’autrice di Mille anni che sto qui, vincitrice del premio Campiello 2017, ha incontrato i dipendenti dell’Istituto nel corso di una mattinata di letteratura, musica e arte.

Dopo il successo del primo incontro letterario organizzato nel novembre 2018, il CUG Ispra ha pensato di trasformare quell’evento in qualcosa di più stabile. Ne è nato il Progetto Leonardo: un comitato di lettura interno ad Ispra, che organizzerà all’interno dell’Istituto cinque incontri letterari, tra 2019 e 2020, per confrontarsi con autori contemporanei di particolare successo.

E’ il caso della scrittrice e sceneggiatrice Mariolina Venezia. Dalla sua penna è nato il personaggio del sostituto procuratore Imma Tataranni, da cui è tratta la serie televisiva ambientata a Matera in onda su Rai Uno dallo scorso settembre. Nel corso dell’incontro in Ispra sono stati letti dal vivo brani tratti dai suoi romanzi e la scrittrice ha fornito ulteriori dettagli sul’immagine della Basilicata che emerge dai suoi libri. Dalle sfide ambientali alla cronaca, soffermandosi sulle opportunità derivanti da Matera Capitale della cultura 2019. Senza dimenticare il rapporto con gli animali tipico della cultura contadina lucana e la difficile vita nei piccoli centri di provincia. Infine, l’autrice ha spiegato le diverse sfumature dei suoi  personaggi femminili, che non ricalcano lo stereotipo culturale e sociale della rappresentazione patriarcale della donna.

Un evento che, come ha sottolineato il Direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti offre un contributo interessante alla conoscenza dei territori regionali – elemento fondamentale per chi lavora nel campo ambientale – e lo fa attraverso gli autori del nostro tempo.

Ciascun dibattito sarà dedicato ad una regione italiana ed organizzato in maniera partecipata ovvero in modo tale da valorizzare i “talenti” extra-professionali dei partecipanti: competenze in recitazione, per la lettura interpretata dei brani; attitudini musicali, per l’accompagnamento alla lettura; passione per la fotografia, per documentare gli eventi; talenti artistici, per l’esecuzione di bozzetti dal vivo. Tutti gli appuntamenti saranno trasmessi in diretta streaming sul sito Ispra.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è foto-incontro-letterario-Venezia3.jpg

Obiettivo del progetto Leonardo è la promozione del benessere organizzativo, attraverso azioni che facilitino le relazioni personali. Il coinvolgimento nella lettura narrativa migliora le capacità di lavorare in gruppo e potenzia l’empatia. Elementi che emergono nel logo ideato dall’ufficio grafica dell’Ispra: un cerchio di mani che reggono la copertina di un libro aperto e insieme formano i petali di un fiore.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è foto-incontro-letterario-Venezia5.jpg

Per raggiungere tali obiettivi risulta strategica la fase preparatoria dell’incontro. Nell’esperienza dell’Ispra il processo è stato coordinato e gestito direttamente dal CUG. Innanzitutto occorre costituire, su base volontaria, un Comitato di lettura composto da dipendenti dell’Istituto. Scelto il libro per il dibattito, il Comitato si riunisce per un  confronto emotivo sui contenuti e per individuare i temi sui quali si discuterà con l’autore.

Da valutazioni fatte anche nell’ambito della Rete CUG Ambiente è emerso che le finalità di questo Progetto possono contribuire ad accrescere anche l’identità del Sistema SNPA. E’ stata pertanto valutata l’opportunità di coinvolgere nelle iniziative del Progetto Leonardo le altre Agenzie per l’ambiente.

Gli aggiornamenti sul progetto e le iniziative in cantiere sono pubblicate sul gruppo Facebook Progetto Leonardo e sulla newsletter del CUG ISPRA. E’ possibile iscriversi attraverso il seguente link: https://www.facebook.com/groups/2430594386977609/

(a cura di Patrizia De Luca e Anna Rita Pescetelli)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.