Progetto “Comuninmare” per la qualità delle acque costiere della Basilicata

Conclusa l'edizione 2021.

648

Si è conclusa ieri l’edizione 2021 del progetto “Comuninmare” già avviato dalla Fondazione Ambiente Ricerca Basilicata FARBAS negli scorsi anni quest’anno è stato arricchito per la stagione balneare 2021 dal contributo di ARPAB ed EGRIB.

A ospitare l’ultimo appuntamento di ieri, il Lido “Punta dell’Eughe” di Metaponto.
Il fitto calendario con l’inaugurazione degli incontri  il 7 luglio a Rotondella al lido “Rotò Beach” è proseguito il 15 Luglio al Lido “Bambulè” di Policoro, il 26 Luglio sul lungomare di Nova Siri e ancora il 10 agosto nel centro storico di Maratea, il 12 agosto a Scanzano jonico nel  lido “Il faro” e il penultimo venerdì 13 Agosto nel Lido “Spiaggetta” di Pisticci.

L’idea, nata  4 anni fa, ha la finalità coinvolgere la popolazione spiegando lo stato di qualità delle acque lucane di balneazione costiere. I risultati ottenuti dalle campagne sono stati un valido supporto alle amministrazioni costiere per la candidatura e la relativa acquisizione di cinque bandiere blu.

L’EGRIB, coinvolgendo amministrazioni comunali, associazioni istituti scolastici ha contribuito a spiegare quanto sia possibile e importante trasformare i rifiuti in risorse utilizzando materiale sottratto alla spazzatura e poi lavorato.

Grazie a questa iniziativa, ha spiegato il Direttore Generale dell’ARPAB, avv. Antonio Tisci, abbiamo reso noti i risultati del monitoraggio che l’ ARPAB regolarmente effettua sulle acque di balneazione dal 1 aprile al 30 settembre di ogni anno in 60 punti georeferenziati e indicati dal Ministero della Salute secondo la normativa comunitaria”.

Voglio ringraziare la Fondazione FARBAS e l’EGRIB, ha continuato il vertice dell’ARPAB,   perchè  ci è stata data la possibilità di comunicare l’eccellenza del nostro mare  direttamente ai bagnanti, ai turisti e agli operatori incontrati durante questi sette appuntamenti“.

Con questa modalità è possibile superare l’approccio tradizionale alla comunicazione dei dati coinvolgendo direttamente le persone che vivono il territorio.

Nel corso di queste ultime settimane, ha ricordato il Direttore Generale Tisci, anche  a seguito delle segnalazioni di associazioni ambientaliste come “Goletta Verde” sono stati compiuti monitoraggi straordinari: in particolare sul torrente Fiumicello a Maratea e sul Toccacielo a Nova Siri sezionando i corsi d’acqua in più punti in modo da verificare dove vi fossero eventuali scarichi nei corsi di acqua.
Abbiamo trasmesso  ai sindaci e alle Autorità Giudiziarie i relativi valori analizzati per consentire di prendere tutte le determinazioni che ritenessero opportune”.

Maria Fasano – ArpaB

Vai al sito di Arpa Basilicata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.