Pollini: in Alto Adige riparte la stagione per nocciolo, cipresso e ontano

Appa Bolzano offre il servizio di previsione della carica pollinica a tre giorni con l’obiettivo di fornire a chi soffre di allergie ai pollini un’informazione sempre più adeguata e tempestiva.

455
cipresso in fiore
A fine inverno i piccoli coni terminali del cipresso rilasciano grandi quantità di polline nell’aria (Foto: Appa Bolzano/Edith Bucher)

In Alto Adige, soprattutto nel sud della provincia, è stato rilevato un incremento delle concentrazioni di polline nell’aria, causa l’aumento delle temperature di questi ultimi giorni. Sono pronte a dischiudersi le infiorescenze di nocciolo, ontano e cipresso, la cui fioritura quest’anno inizia in febbraio. Da gennaio ad ottobre il Servizio d’informazione pollinica di Appa Bolzano monitora costantemente l’andamento del volo pollinico, dando informazioni utili alle persone allergiche.

Le basse temperature delle ultime settimane hanno ritardato l’inizio della fioritura di alberi e arbusti. A differenza del mese di gennaio, caratterizzato da una assenza pressoché totale di pollini, a partire da metà febbraio, con l’aumento delle temperature, si è registrato in Provincia di Bolzano un incremento del volo pollinico nell’aria, con conseguente disagio per coloro che soffrono di allergie ai pollini.

Pronte a schiudersi le infiorescenze di cipresso, ontano e nocciolo

Da metà febbraio, soprattutto nel sud della provincia, si schiudono le infiorescenze di nocciolo e ontano. Anche le piante di cipresso sono pronte per fiorire. “I cipressi mostrano una notevole quantitá di coni”, spiega Edith Bucher, responsabile del servizio di informazione pollinica di Appa Bolzano. “Nelle prossime settimane queste piante potrebbero rilasciare nell’aria una notevole quantità di polline, a maggior ragione in presenza di tempo soleggiato, secco e ventoso. In febbraio-marzo potrebbero verificarsi carichi pollinici elevati soprattutto ai margini dei boschi (ambiente tipico dei noccioli) o lungo ruscelli, fiumi e laghi (ontani).

Questo nocciolo ha già aperto le sue infiorescenze. Il tempo soleggiato e leggermente ventoso favorisce la dispersione dei pollini (Foto: Appa Bolzano/Edith Bucher)

Previsione a 3 giorni e pollen-app

Il bollettino dei pollini del Servizio di informazione pollinica di Appa Bolzano, aggiornato settimanalmente, e soprattutto la previsione a tre giorni sono un utile ausilio per chi soffre di allergie ai pollini, dato che l’andamento della fioritura delle piante varia anche a seconda del meteo. Per le persone allergiche è molto importante, infatti, osservare l’andamento della carica pollinica giornaliera, per evitare il più possibile il contatto con il polline responsabile dell’allergia. Le previsioni sono disponibili online sul sito web di Appa Bolzano, ma è possibile accedervi anche tramite la “Pollen-app“, un’applicazione scaricabile gratuitamente sia per Android che per iOS. L’app pollini fornisce informazioni sulla carica pollinica del giorno e dei due giorni successivi e in generale sul tema delle allergie ai pollini.

2020: anno da record per il volo pollinico

“Il 2020 è stato un anno record per quanto riguarda il volo pollinico in Alto Adige” informa Alberta Stenico, direttrice del Laboratorio biologico di Appa Bolzano. “Da quando è iniziato il monitoraggio dei pollini nel 1994, non abbiamo mai rilevato livelli così elevati di polline nell’aria.” Nel 2020 sono stati identificati e contati al microscopio ottico oltre 500.000 pollini e spore fungine. In città a Bolzano il totale annuo di polline per il 2020 è stato il doppio del valore della media di lungo periodo, a Silandro e Brunico si è registrato un aumento di circa il 50%. Facendo una panoramica veloce sul 2020 si possono fare le seguenti osservazioni:

  • un gennaio 2020 mite ha favorito l’inizio prematuro della fioritura di nocciolo ed ontano
  • un aprile 2020 (periodo principale per la fioritura di molti alberi) con condizioni meteorologiche estremamente favorevoli ha determinato una “esplosione” della carica pollinica, soprattutto nel sud della provincia, che è durata per diverse settimane: carpino nero, frassino, platano, quercia, faggio e abete rosso hanno mostrato fioriture molto intense.
Grafico con l'andamento delle concentrazioni polliniche nel 2020 vs. periodo ventennale precedente
Monitoraggio pollinico nella città di Bolzano: andamento delle concentrazioni polliniche giornaliere nel 2020 (espresse come media mobile su sette giorni) a confronto con la media delle concentrazioni giornaliere del periodo ventennale 2000-2019 (fonte: Appa Bolzano)

Ulteriori informazioni sul servizio d’informazione pollinica sono disponibili sul sito di Appa Bolzano. I dati del monitoraggio aeropollinico di Appa Bolzano sono disponibili anche nel formato aperto. Informazioni anche sul sito della Rete Italiana di Monitoraggio Aerobiologico POLLnet.

Ontano nero lungo la riva del fiume Adige
Ontano nero lungo la riva del fiume Adige (Foto: Appa Bolzano/Edith Bucher)
Dettaglio delle infiorescenze di ontano nero: Il colore dei cosidetti "amenti" virerà dal rossiccio al giallastro quando questi si allungano rilasciando polline allergenico (Foto: Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima/Edith Bucher)
Dettaglio delle infiorescenze di ontano nero: Il colore dei cosidetti “amenti” virerà dal rossiccio al giallastro quando questi si allungano rilasciando polline allergenico (Foto: Appa Bolzano/Edith Bucher)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.