Riparte a Pesaro il monitoraggio di pollini e spore

359

È tornata in funzione a Pesaro da lunedì 6 luglio la stazione di monitoraggio aerobiologico dedicata all’analisi dei pollini e delle spore fungine in atmosfera.

La stazione, di proprietà della Provincia di Pesaro Urbino, riprende a funzionare grazie alla disponibilità ed attenzione dimostrate dalla Provincia stessa, che ha firmato una apposita convenzione con ARPAM, facendo sì che si potesse condividere la necessità di proseguire l’attività di monitoraggio interrottasi nel 2018 ed arricchire il servizio reso alla cittadinanza ed agli operatori sanitari del settore con tutte le informazioni utili diffuse attraverso il Bollettino settimanaledell’ARPAM.

L’aerobiologia è una disciplina scientifica che studia le sorgenti, la dispersione, il trasporto e la deposizione delle particelle di origine biologica presenti nell’atmosfera, nonché la loro concentrazione e il loro effetto in ambienti sia aperti che confinati. Essa tratta quindi un ambito di particolare interesse non soltanto dal punto di vista ambientale, per le importanti indicazioni sul fitoclima, sulla biodiversità e finanche sui cambiamenti climatici, ma rilevante anche sotto il profilo della tutela della salute, stante, ad esempio, l’importanza che la corretta informazione sulla diffusione di pollini e spore fungine assume nel trattamento delle patologie allergologiche.

Il campionatore aerobiologico di Pesaro (PU1) installato sul tetto del Palazzo della Provincia di Via Gramsci, che gode di una collocazione strategica in quanto rappresentativa del centro urbano, va ad integrare la rete regionale già composta dalle tre stazioni di Castel di Lama (AP4), Ancona (AN1) e Comunanza (AP5). Come per le esistenti postazioni, i dati raccolti saranno analizzati al microscopio ottico e validati dal Centro a Valenza regionale di Aerobiologia dell’ARPAM.

Tutte le informazioni sono rese disponibili sul sito dell’Agenzia e consultabili anche mediante l’App “Arpa Marche” (iOS e Android) corredate di commento aerobiologico ed allergologico, ed inoltre inserite nella Rete di monitoraggio aerobiologico istituzionale del SNPA denominata POLLnet,  espressione dell’integrazione a livello nazionale delle reti provinciali e regionali e insieme coordinato delle competenze, delle professionalità e delle risorse strumentali e laboratoristiche che il Sistema delle Agenzie Ambientali dedica all’Aerobiologia.

Tutte le notizie sui pollini di AmbienteInforma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.