Snpa e le autorizzazioni delle antenne cellulari e radiotelevisive

241

Seppur meno sentito rispetto a inizio millennio, il tema dei campi elettromagnetici sale periodicamente al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica, e non poteva mancare nel repertorio di attività offerto dal Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente.

Il Consiglio Snpa ha deciso di giungere alla definizione, entro gennaio 2019, di un primo documento sui Livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali (Lepta), da presentare alla Conferenza nazionale di Roma il prossimo fine febbraio, in cui compaiono anche le prestazione relative alle radiazioni non ionizzanti.

Come per le altre tematiche, per raggiungere questo obiettivo è stato necessario sviluppare una analisi di processo di dettaglio delle prestazioni di riferimento (facenti parte del piano triennale redatto da Ispra), finalizzata anche alla determinazione dei tempi e dei costi standard di Snpa.

E proprio per tale finalità Arpa Liguria è stata individuata, quale Agenzia esperta, per collaborare insieme a Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Lombardia Valle d’Aosta ed Emilia Romagna nel gruppo ristretto dedicato al tema “supporto tecnico-scientifico per pareri su autorizzazioni di SRB e RTV” (Stazioni radio base e Radiotelevisive).

Lo scorso 4 e 5 dicembre si è svolto a Milano un workshop operativo sul tema, in cui si è riunito il gruppo di lavoro. L’intero processo di rilascio del parere ambientale per l’installazione o la modifica di impianti radioelettrici è stato suddiviso per fasi, e per ciascuna fase sono state evidenziate la tipologia di personale coinvolto, l’impegno temporale medio nonché il costo, seguendo questo schema:

  • Prestazione di dettaglio e N. Prestazione catalogo: E.9.1.1 Supporto tecnico-scientifico in fase istruttoria del procedimento amministrativo di rilascio dell’autorizzazione
  • Norma: D.Lgs 259 /2003 e smi
  • Obiettivo prestazionale da garantire da parte del SNPA: valutazione tecnica della documentazione progettuale e istruttoria e espressione di parere all’Autorità competente sull’installazione o modifica degli impianti radioelettrici per tele radio comunicazioni ai sensi dell’art.87 e seguenti del Codice delle Comunicazioni, anche mediante uso di modellistica o misure dirette.
  • Dimensioni del contesto/matrice/settore di riferimento: RTV 1-3 Impianti/10kmq SRB 4-11 Impianti/10 kmq
  • Target: evadere le richieste nel rispetto dei tempi procedimentali

In Liguria nel 2018 sono state evase 665 pratiche istruttorie relative alle Stazioni Radio Base, con circa 500 controlli in campo e 2 interventi di bonifica a seguito di livelli superiori ai limiti stabiliti dalla normativa (6 volt al metro in quei posti dove è prevista una permanenza superiore alle 4 ore).

Qui tutti i dettagli sulle attività relative alle radiazioni non ionizzanti svolte da Arpa in Liguria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.