TIC V – Sinanet, Reporting, Comunicazione, Documentazione, Educazione Ambientale e Formazione

Raccordo nella produzione del dato, condivisione e accessibilità del dato

Network interno flussi dati prioritari

Reporting

ATTIVITA’Nel corso del 2018, attraverso il TIC V si dovranno definire le linee d’azione ed il Piano Operativo di Dettaglio per la realizzazione , nell’ambito di un piano triennale (2018-2020), di alcune tematiche rilevanti quali il presidio delle normative del Codice dell’Amministrazione Digitale (recentemente aggiornato con il D.Lgs. n. 217 del 13 dicembre 2017 e che sarà in vigore dal 28 gennaio 2018), gli standard per la pubblicazione degli Open Data di Sistema, la conformità alla Direttiva europea INSPIRE, il piano per la realizzazione e gestione del Sistema Informativo Nazionale Ambientale , le modalità di realizzazione di nuovi report settoriali a livello di sistema nazionale, il programma dell’educazione ambientale e alla sostenibilità (EAS) di SNPA, le modalità e gli strumenti per condividere percorsi formativi di interesse comune nel SNPA e per consentire adeguati livelli e standard qualitativi della formazione proposta.

OBIETTIVIOBIETTIVO n. V/1: Proposta e monitoraggio del Piano operativo triennale per la realizzazione e gestione del Sistema Informativo Nazionale Ambientale.

OBIETTIVO n. V/2: Presidio tematiche di applicazione del Codice dell’amministrazione digitale.

OBIETTIVO n. V/3: Conformità alla Direttiva INSPIRE come Sistema.

OBIETTIVO V/4: Definizione e linee attuative per gli Open Data di Sistema.

OBIETTIVO n. V/5: Indirizzi strategico-operativi sulle modalità di costruzione di nuovi report tematici e intertematici ; produzione di 6 report.

OBIETTIVO n. V/6: Indicatori: aspetti metodologici e core set.

OBIETTIVO n. V/7: Sviluppo del portale Web per l’SNPA

OBIETTIVO n. V/8: Educazione Ambientale e alla sostenibilità (EAS)

OBIETTIVO n. V/9: Creazione di un sistema oer la condivisione dei percorsi formativi di interesse SNPA

COORDINAMENTODIRETTORE GENERALE ARPA TOSCANA – Marcello Mossa Verre
CO- COORDINAMENTODIRETTORE GENERALE ARPA LOMBARDIA – Fabio Carella
COMPONENTI– ISPRA – Giuseppina Monacelli, Carlo Cipolloni, Maria Concetta Giunta, Daniela Antonietti
– ARPA Basilicata – Paolo Gerardi
– ARPA Calabria – Domenico Vottari
– ARPA Campania – Bruno Citarella
– ARPAE Emilia Romagna – Paolo Tamburini
– ARPA FVG – Stefano Micheletti
– ARPA Lombardia – Graziella Dilli, Mauro Valentini
– ARPA Piemonte – Paola Quaglino
– ARPA Toscana – Marco Talluri
– ARPA Umbria – Paolo Stranieri
– ARPA Veneto – Luca Menini

Il TIC, i Gruppi di Lavoro e le Reti di referenti tematiche hanno predisposto dei Piani Operativi di Dettaglio (POD) nei quali sono indicati i relativi obiettivi, i prodotti attesi ed i tempi la loro realizzazione. Laddove possibile sono state predisposte pagine specifiche per i singoli Gruppi di lavoro e Reti dei referenti tematici.

Gruppi di lavoro (Gdl) e Sottogruppi operativi (SO) costituiti

  • Gdl V/01 – Sistema Informativo Nazionale Ambientale SINA – coord. Gabriella Dilli (Arpa Lombardia) – [Visione integrata, attraverso un catalogo nazionale e metodologie di condivisione e riuso applicativi, dei Sistemi Informativi Ambientali disponibili a livello nazionale (SINA) e a livello regionale (Arpa e Regioni). Mappatura applicazioni. Condivisione del catalogo. Condivisione e riuso di SW e best practices. Creazione di centri di competenza Presidio del CAD. CAD: sessioni di formazionee, condivisione di informazioni e best practices. Allineamento delle infrastrutture di dati alla direttiva INSPIRE. Mappatura dei flussi di dati inviati a ISPRA e armonizzazione Direttiva INSPIRE. Programma operativo per l’integrazione dei servizi anche rispetto alle nuove linee guida della Direttiva INSPIRE e loro evoluzione verso il LinkedOpenData. Sefinizione di un ecosistema di scambio dati, conforme alla direttiva INSPIRE, basato sull’Ecosistema.] – POD
  • Gdl V/02 – Reporting – coord. Maria Concetta Giunta (Ispra) [individuare i rapporti di sistema suddividendoli per tipologia: intertematici e tematici. Definire uno schema generale per il Reporting Ambientale nel SNPA. Predisporre delle Linee Guida Quadro (LGQ) distinte per tipologia di Rapporto, in accordo con lo schema generale, in modo da assicurare: omogeneità nell’organizzazione dei contenuti, nelle modalità di produzione e presentazione; complementarietà nei livelli di dettaglio territoriale per i rapporti trasversali. Per ciascun specifico rapporto, coordinare l’inserimento degli aspetti relativi ai contenuti specifici sulla base di Linee Guida eventualmente già predisposte in collaborazione con le reti di referenti esistenti (o da costituire). Ccurare la realizzazione dei 7 Report previsti dal Piano triennale, completando ove necessario il processo di approvazione dei prodotti previsti dal piano triennale 2014-2016: rapporto ambientale di sistema, qualità dell’ambiente urbano, consumo del suolo, rapporto controlli ambientali aia/seveso, qualità dell’aria, ciclo dei rifiuti (urbani e speciali), rapporto sui fitofarmaci e pesticidi.] – POD
    • SO V/02-01 – Mappatura report prodotti dal Sistema e identificazione report tematici e intertematici prioritari – Coord. Cristina Frizza
    • SO V/02-02 – Qualità delle acque interne – coord. Mara Raviola (Arpa Piemonte)
    • SO V/02-03 – Rifiuti speciali – coord. Gabriella Aragona (Ispra)
  • Gdl V/03 – Indicatori ambientali – coord. Mauro Valentini (Arpa Lombardia) – [Effettuare una ricognizione sullo stato di fatto sul tema degli indicatori come risultante dai lavori del precedente piano triennale. Identificare criteri per qualificare gli indicatori secondo la rilevanza che assumono nella descrizione quantitativa dei processi all’interno dei quali sono inseriti, misurandone la capacità di descrivere l’evoluzione dei fenomeni nello spazio e nel tempo. Definire criteri per il confronto metodologico degli indicatori già ordinariamente prodotti (sono definiti in modo robusto? Sono veramente confrontabili tra una realtà e l’altra?). Identificare le correlazioni tra indicatori e report di sistema.] – POD
    • SO V/03-01 – Popolamento indicatori di sistema, coordinamento metodologico – coord. Giuseppe Finocchiaro (Ispra)
    • SO V/03-02 – Indicatori di impatto dei cambiamenti climatici – coord. Francesca Giordano (Ispra)
    • SO V/03-03 – Indicatori prioritari per la qualità dell’ambiente urbano – coord. Arianna Lepore (Ispra)
  • Gdl V/04 – Sviluppo portale Web Snpa – coord. Marco Talluri (Arpa Toscana) [Registrazione di un dominio del Sistema (snpambiente.it) e messa a punto di un sito contenente le informazioni di base sul SNPA con le varie risorse informative già disponibili (Atti, pubblicazioni, AmbienteInforma, SI-URP, Rapporto ambiente urbano, Catasto rifiuti, ecc.). Sulla base del piano triennale e delle strategie di comunicazione Snpa: proposta di disegno generale del portale Web SNPA, punto di accesso a tutte le informazioni ed ai dati ambientali prodotti dal Sistema.] – POD
  • Gdl V/06 – Formazione – coord. Daniela Antonietti (Ispra)

Reti dei referenti tematici (RR-Tem) costituite