Ecoreati

La Legge n. 68/2015 ha introdotto rilevanti novità in materia di tutela penale dell’ambiente:  tra queste la possibilità di estinzione dei reati contravvenzionali riconducibli al c.d. Testo unico ambientale – che non comportino danno o pericolo concreto e attuale di danno – tramite adeguamento da parte del trasgressore alle prescrizioni impartite dal personale di vigilanza con la qualifica di ufficiale di polizia giudiziaria ed asseverate tecnicamente dall’ente specializzato competente nella materia.

La norma lascia aperte diverse problematiche interpretative e coinvolge nella sua attuazione numerosi soggetti: varie Procure della Repubblica hanno emesso documenti di indirizzo, perlopiù volti a fornire indicazioni operative e letture interpretative delle nuova procedura estintiva dei reati. Ulteriori documenti di indirizzo procedurale sono stati emessi da enti a vario titolo coinvolti nell’attuazione della L. 68/15 (accordi tra enti di vigilanza, indirizzi di livello locale o documenti emessi dagli enti appartenenti al SNPA).

Il SNPA – al fine di promuovere una omogenea applicazione delle nuove norme da parte degli enti appartenenti al Sistema – ha dato mandato ad un gruppo di lavoro (ex GdL 61), ora afferente al TIC III, di:

  • costituire un osservatorio delle problematiche giuridiche e degli indirizzi emessi da parte dei molteplici soggetti coinvolti nell’applicazione della nuova normativa, anche mediante costituzione di un’apposita banca dati della documentazione emessa a livello nazionale;
  • elaborare una sintesi degli orientamenti applicativi condivisi e individuare specifici criteri e linee guida sulle questioni interpretative più controverse;
  • costituire un momento di sintesi ed elaborazione delle migliori pratiche sviluppate dagli enti del SNPA riguardo alla formulazione delle prescrizioni e più in generale all’applicazione della L. 68/15;
  • effettuare la raccolta sistematica dei dati relativa all’attività svolta dal Sistema in applicazione della L68/2015.

Nell’ambito del gruppo di lavoro sono stati quindi elaborati gli Indirizzi per l’applicazione della procedura di estinzione delle contravvenzioni ambientali ex Parte VI-bis D.Lgs. 152/2006 – approvati dal Consiglio Federale il 29.11.2016 – e la banca dati “Documentazione in materia di delitti contro l’ambiente” che contiene documenti di indirizzo emessi dai soggetti pubblici interessati all’attuazione della L. 68/15, nonchè una sezione dedicata ai pronunciamenti giurisprudenziali emessi in materia.

Vai alla banca dati >

Vai alle notizie di AmbienteInforma sugli ecoreati >

Tabella-applicazione-2017-L.-68

ecoreati-2015-2016