TIC III – Osservatorio legislativo e gestionale

Pareri vincolanti

Elaborazione di proposte di cui all’art. 13 cc 2 e 3 della L 132/16

Individuazione e analisi di provvedimenti normativi o aventi valore di legge, nazionale e/o regionali, che possano avere ricadute sul SNPA

ATTIVITA’• Organizza e garantisce il presidio di elementi tecnico-giuridici di supporto al Consiglio per assolvere alle “istruttorie/pareri” previsti su atti interni del Sistema e provvedimenti esterni (anche governativi) in materia ambientale, ai sensi art. 13 legge 132/2016.
• Ricognizione e analisi dei vari provvedimenti legislativi incidenti sull’attività del Sistema (anche in fase di preparazione), con valutazione ricadute e impegno su risorse del Sistema.
• Supporto procedurale al Presidente del Consiglio SNPA negli iter di approvazione governativa o parlamentare dei prodotti tecnici determinati/approvati dal Consiglio di Sistema.
• Organizzazione e gestione di una Rete di referenti regionali/delle province autonome per esame integrato di provvedimenti locali e supporto per la predisposizione coordinata di proposte di atti e norme regionali/provinciali.
• Presidio degli elementi gestionali per l’omogeneizzazione del Sistema: sicurezza , sistemi di gestione, sistema di gestione dei dati bibliografici, personale, costi, con analisi periodica su sistemi organizzativi delle componenti del Sistema.

OBIETTIVIOBIETTIVO n. 111. 1: Coordinamento per la redazione dei pareri SNPA e delle segnalazioni su atti normativi ex commi 2 – 3 art. 13 L.132/16

OBIETTIVO n. 111.2: Attivazione Osservatorio Legislativo, anche in merito all’esame dei provvedimenti locali, per il supporto alle procedure di formazione dei provvedimenti normativi.

OBIETTIVO n. 111. 3: Supporto procedurale al presidente del SNPA per gli atti del Sistema , con particolare riferimento all’art.4 comma 4 della L.132/16

OBIETTIVO n. 111.4: Innovazione manageriale di sistema , e individuazione delle buone pratiche. Benchmarking e produzione documentazione di carattere gestionale

COORDINAMENTODIRETTORE GENERALE ARPA PUGLIA – Vito Bruno

CO- COORDINAMENTO
DIRETTORE GENERALE ARPA LIGURIA – Carlo Emanuele Pepe
COMPONENTI– ISPRA – Marco La Commare, Alfredo Pini, Fabio Ferranti, Fabio Cianflone
– ARPAE Emilia Romagna – Giovanni Fantini
– ARPA FVG – Daniela Cantarutti
– ARPA Lazio – Maria Grazia Pompa
– ARPA Lombardia – Vincenzo Lo Iacono
– ARPA Piemonte – Roberto Giovanetti
– ARPA Sardegna – Nicoletta Ornano
– ARPA Veneto – Luciano Gobbi

Il TIC, i Gruppi di Lavoro e le Reti di referenti tematiche hanno predisposto dei Piani Operativi di Dettaglio (POD) nei quali sono indicati i relativi obiettivi, i prodotti attesi ed i tempi la loro realizzazione. Laddove possibile sono state predisposte pagine specifiche per i singoli Gruppi di lavoro e Reti dei referenti tematici.

Gruppi di lavoro (Gdl) costituiti

  • Gdl III/01 – Atti, pareri e segnalazioni – coord. Maria Grazia Pompa (Arpa Lazio)
  • Gdl III/03 – Ecoreati – coord. Andrea Poggi (Arpa Toscana) – [Raccoglie ed elabora le informazioni di sistema in materia di applicazione della legge c.d. Ecoreati (n. 68 del 2015) e in particolare: pubblicazione ed aggiornamento della banca dati degli indirizzi forniti in merito alla applicazione di tale normativa con i documenti emessi dalle Procure di riferimento e dagli altri enti interessati; predisposizione di un aggiornamento delle linee guida riguardo alle evoluzioni del quadro normativo, degli indirizzi e della giurisprudenza emessa ed eventuale revisione degli indirizzi e degli orientamenti interpretativi per gli operatori del SNPA; rivalutazione delle indicazioni sulle prescrizioni-tipo e ampliamento della casistica; implementazione di un sistema periodico di rilevamento al fine di disporre di dati di sistema sull’applicazione della procedura estintiva dei reati e sull’accertamento dei nuovi delitti ambientali]
  • Gdl III/05 – Benchmarking – coord. Tatiana Sammartano (Arpa Liguria) – [Effettua una ricognizione dei report e degli elaborati preesistenti in materia, individua le aree da sottoporre a benchemarking e gli indicatori più rappresentativi a descrivere il SNPA. Provvederà quindi alla raccolta dei dati dagli enti attraverso la rete dei referenti del TIC III, in collaborazione con gli altri TIC che affrontano la tematica. Il prodotto finale sarà l’elaborazione del rapporto di Benchamarking.]

Reti dei referenti tematici (RR-Tem) costituite

  • III/01 – Osservatorio legislativo – coord. Fabio Ferranti (Ispra)
  • III/02 – CUG Ambiente – coord. Mariarosa Caporali (Arpa Lombardia)
  • III/03 – Salute e sicurezza sul lavoro – coord. Fabrio Cianflone (Ispra) – POD