Nuovi servizi per lo studio dei cambiamenti climatici in Campania

530

Secondo le stime del programma europeo Euro-Cordex, entro la fine del secolo potremmo avere in Campania ogni anno, nel peggiore degli scenari, fino a 150 giorni caratterizzati da ondate di calore. Approfondire lo studio dei cambiamenti climatici in questa regione attraverso specifici indicatori e fornire alle istituzioni locali conoscenze utili per programmare le politiche di adattamento ai nuovi scenari climatici è appunto lo scopo di una collaborazione avviata tra l’Arpa Campania e Cmcc srl (spin off della fondazione Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici): l’Agenzia ambientale, al termine di un’articolata procedura di selezione, ha affidato al Cmcc la fornitura dei prodotti necessari alla realizzazione del “Progetto Servizi e-Gov – prodotti climatici avanzati”.

Il progetto è finalizzato a produrre mappe, indici e indicatori a scala regionale del clima, passato e futuro, ormai un prerequisito per le attività di programmazione della Regione Campania e una utile base conoscitiva per i cittadini, le imprese e altri Enti. Si tratta di informazioni di grande utilità nella progettazione di interventi sul territorio da parte, ad esempio, degli stessi Comuni e, in particolare, per supportare utenti pubblici e privati nel definire adeguate azioni di adattamento e analisi del rischio per diversi settori di interesse (ad esempio turismo, agricoltura, salute), dalla scala regionale a quella comunale.

In particolare, il progetto ha come obiettivo la sistematizzazione dei dati climatici storici disponibili dalle varie reti di monitoraggio meteoclimatico attive in regione, la produzione di indici e indicatori climatici a scala regionale e la disponibilità di proiezioni climatiche nel futuro, utilizzando alcuni degli scenari più probabili delineati dall’International Panel on Climate Change, che consentano di effettuare stime dei cambiamenti climatici a scala regionale.

L’Agenzia regionale protezione ambientale Campania, attraverso il suo Centro meteorologico e climatologico (Cemec), è già attiva nello svolgimento di attività di previsione climatologica su scala regionale, attività incardinate in seno alla UOC Reti di monitoraggio e Cemec. Mediante l’accordo con Cmcc srl, società controllata dalla Fondazione Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici, che utilizza scienza e tecnologia di livello internazionale per contribuire alle scelte di aziende e organizzazioni legate ai temi del cambiamento climatico, l’Agenzia può approfondire lo studio degli indicatori climatici più rilevanti per poter delineare strategie di adattamento praticabili a livello locale.

(foto Andrea Carri distributed via imaggeo.egu)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.