Appa Bolzano, confermato l’accreditamento dei laboratori

Gli elenchi delle prove accreditate dei laboratori di Appa Bolzano raggiungono ora quota 133.

498
tecnico che sta eseguendo un analisi in un laboratorio di Appa Bolzano
Tecnico del Laboratorio Analisi acqua e cromatografia impegnato in un’analisi di metalli in acque superficiali (Cromo, Nichel, Zinco, Arsenico, Cadmio e Piombo) con ICP-MS (Foto: Appa Bolzano)

I laboratori d’analisi di Appa Bolzano promossi a pieni voti per il loro sistema qualità. Accreditate 4 nuove prove analitiche: cadmio e piombo negli alimenti, impurezze nel grano tenero, grano duro e segale, attività dell’acqua negli alimenti e Pseudomonas aeruginosas in acque destinate al consumo umano e acque di piscina.

Più che positiva la valutazione sulla competenza analitica dei laboratori di Appa Bolzano espressa dagli ispettori di ACCREDIA, l’Ente unico nazionale per l’accreditamento, che opera sotto la vigilanza del Ministero dello sviluppo economico. Una volta l’anno l’Ente di accreditamento esegue un audit per verificare la qualità dei servizi analitici offerti dai laboratori dell’Agenzia, che sono accreditati dal 2002: Laboratorio Analisi acque e cromatografia, Laboratorio Analisi aria e radioprotezione, Laboratorio Analisi alimenti e sicurezza dei prodotti, Laboratorio biologico.

Attestazione di competenza

L’accreditamento attesta la competenza, l’indipendenza e l’imparzialità dei laboratori. Quest’anno sono state portate in estensione 4 nuove prove analitiche: cadmio e piombo negli alimenti con il metodo LFGB, L 00.00-135:2011 (UNI EN 15763:2010), impurezze nel grano tenero, grano duro e segale con il metodo UNI EN 15587:2019, attività dell’acqua negli alimenti con la norma ISO 18787:2017 e Ricerca e conta di Pseudomonas aeruginosas in acque destinate al consumo umano e acque di piscina con la norma UNI EN ISO 16266:2008. Gli elenchi delle prove accreditate dei laboratori di Appa Bolzano raggiungono così quota 133.

Audit osservato da Bruxelles

Quest’anno, a causa del Covid-19, l’audit è stato svolto per la prima volta da remoto, eccetto che per il settore “Emissioni”, per il quale la presenza in campo dell’ispettore era indispensabile. Ulteriore novità è stato il collegamento in videoconferenza da Bruxelles, di tre osservatori esterni, rappresentanti della DG Sante (il Direttorato Generale responsabile delle politiche della Commissione Europea in materia di salute e sicurezza alimentare), che hanno potuto seguire, grazie alla traduzione simultanea di un funzionario di ACCREDIA, la modalità con cui vengono svolti gli audit in Italia e al tempo stesso verificare le ottime prestazioni della nostra Agenzia.

Verifica per 19 metodiche e controllo qualità

Durante l’audit, durato tre giorni, sono stati controllati ben 19 metodi di prova e l’intero sistema di gestione per la qualità. La professionalità e il livello tecnico dimostrato dal personale tecnico dei laboratori hanno ben impressionato gli ispettori di Accredia, che hanno rilasciato un’ottima valutazione e apprezzato l’elevata competenza, la disponibilità, la collaborazione e l’autonomia dimostrate da tutto il personale tecnico e direttivo durante le tre giornate ispettive.

Confronto con centri di competenza

“Il giudizio formulato dagli ispettori di Accredia esprime l’elevato grado di competenza e professionalità raggiunto dal personale dei laboratori dell’Agenzia”, fa presente Flavio Ruffini, direttore generale di Appa Bolzano. Obiettivo dell’Agenzia è il miglioramento continuo che viene raggiunto grazie al confronto con centri di ricerca nazionali e internazionali e confermato dalle verifiche annuali da parte di Accredia”.
“Il giudizio ottenuto”, spiega Claudia Vescovi, responsabile per l’assicurazione di qualità nei laboratori di Appa Bolzano, “è frutto di anni di lavoro e impegno da parte di tutto il personale; punti di forza sono l’assicurazione della qualità dei dati, grazie a controlli interni ed esterni frequenti e la possibilità di usufruire di apparecchiature tecniche di alto livello e all’avanguardia.”

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web di Appa Bolzano nella sezione “Accreditamento

Tecnica del Laboratorio Analisi aria e radioprotezione impegnata nella misura dell’attività alfa e beta totale nelle acque potabili con il metodo della scintillazione liquida (Foto: Appa Bolzano)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.