Biodiversità: tutelare e sensibilizzare

L’Alto Adige presenta una straordinaria varietà di paesaggi: sul territorio sono presenti quasi tutte le zone climatiche, dalla zona polare (ghiacciaio) al submediterraneo che, assieme a fiumi e laghi, costituiscono habitat unici per la vita e lo sviluppo di diverse specie animali e vegetali.

508
Panoramica dall'alto del lago di Fiè, situato tra le montagne del parco naturale Sciliar-Catinaccio
Il Lago di Fiè allo Sciliar, situato nel parco naturale Sciliar-Catinaccio, un territorio di eccezionale valore naturalistico ed ecologico, rappresenta un esempio unico di biodiversità. (Foto: Appa Bolzano/GNews)

La Provincia di Bolzano investe molte risorse nella salvaguardia della biodiversità degli ambienti naturali presenti sul proprio territorio, sia con misure di ripristino e mantenimento dello stato di qualità ambientale che con iniziative di sensibilizzazione. Video su YouTube.

L’Alto Adige presenta un alto grado di biodiversità. Biodiversità significa pluralità di vita. Più un ecosistema è variegato e più habitat offre, più ricca è la diversità di specie. La biodiversità si riferisce sia alla ricchezza di specie presenti in una determinata zona e alla differenza di geni all’interno di una stessa specie, nonché agli habitat ovvero agli ecosistemi in cui queste specie vivono e si sviluppano. Le specie, in relazione tra loro, creano un equilibrio che è fondamentale per la vita sulla terra.

Video breve (01:46″) realizzato da G.News su incarico di Appa Bolzano
Versione del video breve in lingua tedesca

Biodiversità in Alto Adige: monitoraggio a lungo termine

Per tutelare la biodiversità è importante conoscerla. Al fine di impostare politiche adeguate di conservazione e tutela degli ecosistemi la Provincia di Bolzano ha incaricato Eurac Research di condurre il monitoraggio sistematico della biodiversità in Alto Adige nell’arco di 5 anni. Si tratta del progetto: “Biodiversity Monitoring“.Sono state sottoposte a rilevazione oltre 1.100 specie animali e vegetali. I ricercatori nel primo anno progettuale, appena concluso, si sono concentrati su 64 siti sparsi sul territorio provinciale

Laghi altoatesini, esempi straordinari di biodiversità

I laghi connotano il paesaggio altoatesino e sono ecosistemi straordinari dall’elevato potenziale rigenerativo. Che siano di montagna o di pianura, tutti i laghi in Alto Adige sono d’importanza strategica, sia come patrimonio naturalistico, che per quanto riguarda la loro biodiversità. In un’area relativamente ristretta presentano vari habitat (asciutto, umido, di transizione e acquatico) in cui vivono e si sviluppano numerose specie viventi.

Lago di Fiè, esempio unico di biodiversità

Il lago di Fiè, situato all’interno del parco naturale Sciliar-Catinaccio, un territorio di eccezionale valore naturalistico ed ecologico, rappresenta un esempio unico di biodiversità. Il Laboratorio biologico dell’Appa Bolzano ne monitora la qualità, come fa per tutti i laghi altoatesini, sia per gli ecosistemi che per la balneazione. “Per stabilire la qualità biologica di un lago”, spiega Alberta Stenico, direttrice del Laboratorio biologico, “è necessario monitorare diversi parametri: fitoplancton e zooplancton, rispettivamente alghe e animali microscopici che vivono nell’acqua, macrozoobenthos, animali che vivono sul fondo del lago, e macrofite, piante acquatiche che vivono parzialmente o completamente immerse nell’acqua. Tanto più elevato è il numero di queste specie presenti nell’acqua, tanto migliore è la qualità biologica dell’ecosistema del lago.” Per mantenere elevata la qualità del lago di Fiè per il 2020 è previsto un abbattimento delle sostanze nutrienti presenti nel lago e la messa a dimora di numerose piante acquatiche.

Parchi naturali, di mattina Centri visite riservati ai ragazzi

Il motto della Giornata internazionale dell’ambiente di quest’anno è “Time for Nature”. Per avvicinare i giovani alla natura, dopo questo lungo periodo di limitazioni e di offerte solo virtuali, quest’estate i Centri visite dei parchi altoatesini, in collaborazione con le organizzazioni giovanili, offriranno ai giovani a partire da 10 anni un programma di eventi focalizzati sulla natura. Dal 15 giugno al 25 luglio 2020 i centri visite dei parchi altoatesini la mattina dalle ore 8.30 alle 13.30 saranno a disposizione dei ragazzi e delle iniziative loro riservate, mentre turisti e visitatori adulti potranno seguire le iniziative e visitare le mostre solo di pomeriggio.

Video di approfondimento (4.33″) realizzato da G.News su incarico di Appa Bolzano
Versione di video in lingua tedesca

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.