Emergenza Covid-19: sensibile riduzione dell’inquinamento acustico a Torino

675

L’emergenza epidemiologica da COVID-19 ha determinato uno scenario acustico unico e forse irripetibile. La chiusura delle scuole, l’utilizzo diffuso della modalità di lavoro agile e la prescrizione generale di rimanere in casa hanno indotto una diminuzione notevole del traffico veicolare circolante e l’azzeramento delle attività dei locali pubblici, con una conseguente variazione sensibile del clima acustico delle aree urbane.

Nella città di Torino si è rilevata una riduzione media del rumore stradale di 5 decibel, da cui si può stimare di una diminuzione del 70% circa dei veicoli circolanti.
Nelle aree della movida i cambiamenti risultano ancora più evidenti. Il paesaggio sonoro della notte in queste aree è completamente modificato: i suoni del vociare delle persone sono del tutto scomparsi nel periodo notturno e gli attuali livelli sonori, fino a quasi 30 decibel meno di prima, sono determinati solamente dallo sporadico passaggio dei veicoli nelle strade di quartiere.

Sono state calcolate le differenze di livello sonoro, rispetto ai valori medi rilevati nelle condizioni precedenti alla fase acuta della crisi (dal 01/02 al 20/02), nei seguenti scenari temporali caratterizzati dalle progressive restrizioni messe in atto:

  • dal 21/02 al 09/03: chiusura delle scuole;
  • dal 12/03 al 22/03: prescrizione di rimanere a casa e chiusura delle attività commerciali non di prima necessità (DPCM 09/03/2020 e DPCM 11/03/2020);
  • dal 23/03 al 31/03 chiusura totale (DPCM 22/03/2020).

Per ogni scenario è stata determinata la riduzione media dei parametri:

LDEN – È il livello di rumore giorno-sera-notte ed è un indicatore correlato con il fastidio globale prodotto dal rumore nell’arco complessivo delle 24 ore. È costruito effettuando una media energetica dei livelli diurni (06-20), serali (20-22) e notturni (22-06). Nel calcolo il livello notturno viene incrementato di 10 decibel dB(A) e il livello serale di 5 decibel dB(A), per tenere conto del maggior impatto del rumore sull’uomo in queste fasce orarie.

Lnight – È il livello di rumore notturno, dalle ore 22 alle 06, ed è un indicatore correlato con il disturbo sul sonno calcolata su tutti i giorni e su tutti i punti di misura, separatamente per il rumore da traffico veicolare e per quello da movida.

Consulta i dati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.