Napoli, Green Symposium 2020 rimandato ulteriormente

2854
Stefano Sorvino

Aggiornamento: l’evento, inizialmente programmato per il 5-6 marzo, e poi rimandato al 7-8 aprile 2020, è stato ulteriormente rimandato a data da definirsi. Il sito ufficiale dell’evento, https://www.greensymposium.it/, informa che le nuove date verranno comunicate solo al termine dell’emergenza Covid-19.

Rimandato a data da definire Green Symposium 2020, due giorni di seminari, tavoli tecnici e incontri promossi da Ricicla.tv in collaborazione con il board tecnico scientifico di Ecomondo.

Presso la Stazione Marittima di Napoli i protagonisti del mondo della green economy potranno dialogare e mettere insieme le idee per allineare il potenziale economico, tecnologico e umano del Sud alle esigenze delle future sfide europee e globali in tema di sviluppo sostenibile.

I lavori vedranno la partecipazione del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e la proposta di candidatura della città di Napoli come capitale del Mediterraneo per l’economia circolare.

Intervista a Stefano Sorvino, Commissario Arpa Campania sull’evento

L’agorà del Symposium ospiterà i desk informativi delle Associazioni di categoria e delle Istituzioni, e sarà aperta stakeholder di settore e amministratori locali, ma anche a cittadini e delegazioni di studenti. Le sale Dione e la sala elettra Elettra, con una capienza complessiva di 280 posti a sedere, ospiteranno invece i quattro seminari tematici su ricerca e innovazione, fondi europei, riciclo e carenze impiantistiche e bonifiche.

Nelle 3 sale Ulisse e nella sala Urania, che possono ospitare da un minimo di 30 ad un massimo di 50 persone, le associazioni di categoria daranno vita a dodici tavoli tecnici, aperti alle imprese di settore e dedicati ai principali temi del dibattito green in Italia: dall’end of waste alla tracciabilità, dalle energie rinnovabili alla gestione sostenibile del territorio.

Monica D'Ambrosio

«Sentiamo continuamente ripetere che l’Italia è un Paese a due velocità – ha detto Monica D’Ambrosio, direttore di Ricicla.tv – noi invece cercheremo di far viaggiare il Sud alla stessa velocità del Nord. Da Napoli può e deve partire quella accelerata  necessaria a far sì che l’Italia tutta diventi leader in Europa per apparato burocratico, normativo, per tecnologia, ricerca e  innovazione. Ma soprattutto per il modello di smart cities che sarà in grado di candidare in tutto il continente».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.