Stati generali del verde pubblico

In occasione della Giornata nazionale dell'albero (21 novembre) tre giornate di eventi in 7 città italiane dal 20 al 22, per stimolare politiche attive sul territorio a sostegno del verde in città

191

Quinta edizione della manifestazione promossa dal Comitato per lo sviluppo del verde pubblico del Ministero dell’ambiente. Obiettivo delle iniziative è promuovere con forza una rinnovata cultura del verde e degli alberi nei contesti urbanizzati, che oggi sono il luoghi dove vive e lavora la maggior parte degli italiani.

Con la legge n.10 del 2013 il nostro Paese si è dotato di una normativa sul verde in città (“Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”). Oltre ad istituire il Comitato, al quale Ispra fornisce supporto tecnico-scientifico, la norma prevede una serie di azioni che incentivano la presenza di alberi nei centri urbani. Tra queste, chiede alle amministrazioni di piantare un nuovo albero per per ogni bambino nato o adottato in un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti e che venga comunicato ai genitori dove si trova la pianta. I sindaci di questi comuni devono poi stilare un catasto degli alberi e produrre a fine mandato un “bilancio del verde “: quanti alberi sono stati piantumati e quanti abbattuti, di quanto sono aumentate le aree verdi.

Appuntamento in sette città italiane per fare il punto sul verde delle nostre città. A Roma (20 novembre), Bologna (20), Torino (21), Milano (21), Lecce (21 e 22), Venezia (22) e Napoli (22). Nella tappa di Lecce è prevista la partecipazione del Presidente Ispra ed Snpa Stefano Laporta. A Roma verrà esposta la mostra fotografica “Il verde in città per un futuro più sostenibile e resiliente”, realizzata con gli studenti del Liceo Scientifico Plinio Seniore di Roma nell’ambito del progetto alternanza Scuola-Lavoro “Ambasciatori junior dell’ambiente in città”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.