Rifiuti urbani in Campania, pubblicati i dati 2018

Raccolta differenziata al 52,7%, in lieve flessione rispetto al 2017. Ma la tendenza storica è ampiamente positiva. I dati sono elaborati dall'Osservatorio regionale sulla gestione dei rifiuti, con la collaborazione dell'Arpa Campania

85

Sul sito dell’Osservatorio regionale sulla gestione dei rifiuti sono disponibili i dati 2018 sulla produzione di rifiuti urbani in Campania, con le percentuali di raccolta differenziata raggiunte, comune per comune. L’Arpa Campania ha fornito un contributo determinante all’elaborazione dei dati, in particolare con l’attività della Sezione regionale del Catasto rifiuti incardinata nella Direzione tecnica dell’Agenzia. Si tratta dei primi dati ufficiali sui risultati della gestione dei rifiuti urbani in Campania nel 2018.

Dai dati disponibili emerge una lieve flessione nella percentuale di raccolta differenziata a livello regionale, passata dal 52,8 del 2017 al 52,7 del 2018. La tendenza storica tuttavia è ampiamente positiva: cinque anni prima, nel 2013, la quota di raccolta differenziata dei rifiuti urbani era attestata al 44% a livello regionale. Il Sannio risulta nel 2018 il territorio più virtuoso, con una quota di raccolta differenziata che supera il 70% a Benevento e provincia. Seguono la provincia di Avellino con il 63,66% e quella di Salerno con il 61,90%.

I comuni con la percentuale di differenziata più elevata risultano Tortorella (Salerno) con il 99,12%, Domicella (Avellino) con il 94,61% e Visciano (Napoli) con il 93,99%. Tra i comuni con più di 20mila abitanti, si segnalano le prestazioni di Vico Equense (Napoli) con il 83,51%, Sarno (Salerno) con l’81,64% e Bacoli (Napoli) con l’81,36%.


Consulta il sito dell’Orgr per una panoramica di tutti i dati del 2018.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.