Audizione Ispra della Commissione Ecomafie sul SIN di Porto Marghera

740

La Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati ha audito sul SIN (Sito inquinato da bonidificare di Interesse Nazionale) di Porto Marghera l’ISPRA, rappresentata dal responsabile dell’area per la caratterizzazione e la protezione dei suoli e dei siti contaminati, Fabio Pascarella, accompagnato da Chiara Fiori della stessa area di Ispra. La procedura di bonifica dei SIN è di competenza del Ministero dell’Ambiente, che si avvale del supporto tecnico-scientifico dell’Istituto.

Nel Sin di Venezia-Porto Marghera, complessivamente 1618 ha, risultano bonificati il 16% dei suoli e l’11% delle acque di falda, con progetti di bonifica o messa in sicurezza approvati per il 69% dei suoli e il 66% delle acque di falda.

Tutte le acque reflue e piovane dell’area vengono trattate da un impianto di depurazione ad hoc nell’ambito del Progetto integrato Fusina, così come gli effluenti degli impianti industriali presenti nel sito che vengono pretrattati dalle aziende a monte dell’impianto.

È inoltre operativo un sistema di controllo dell’inquinamento atmosferico indoor e outdoor.

2019_07_02-audizione-SIN_Venezia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.