Il primo dei 16 indicatori ambientali del Rapporto Ambiente Snpa

L'edizione 2018 del Rapporto Ambiente Snpa, propone un set di indicatori ambientali attraverso i quali viene descritto lo stato dell'ambiente e le attività del Sistema

927

In occasione della prima Conferenza nazionale del Snpa è stato presentato il Rapporto Ambiente Snpa – edizione 2018. Un documento denso di contenuti ed informazioni ambientali che riproporremo in dettaglio in questo e altri articoli che saranno riproposti su AmbienteInforma.

Nella parte iniziale del rapporto sono proposti 16 indicatori per illustrare lo stato dell’ambiente ed i risultati delle attività Snpa.

Per ciascuno di essi sono presenti:

  • messaggi chiave e messaggi in pillole che descrivono la situazione monitorata dall’indicatore a livello nazionale in questione, accompagnati da infografica;
  • una rappresentazione grafica che descrive e confronta le diverse situazioni regionali;
  • un commento ai dati che riporta l’analisi dello stato ed effettua un confronto regionale con valutazione in funzione di eventuali obiettivi fissati dalla normativa.

Il primo degli indicatori è relativo ai “Controlli ambientali delle aziende AIA e di quelle a Rischio incidente rilevante (Direttiva Seveso).

Nel 2016 l’attività di controllo del Sistema presso gli impianti AIA è consistita in 2.315 visite ispettive ordinarie e straordinarie AIA regionali e 87 AIA statali; non si discosta molto da quanto effettuato nel 2015 (2.074 visite AIA regionali e 87 visite AIA statali).

Per quanto attiene invece alle verifiche ispettive Seveso, per effetto delle nuove modalità operative previste dal D.Lgs. 105/2015, le verifiche presso gli stabilimenti Seveso di soglia superiore gestite a livello statale sono aumentate (155 e 19 verifiche ordinarie e straordinarie rispettivamente nel 2016 e 2015), mentre quelle presso gli stabilimenti di soglia inferiore, gestite a livello regionale, sono leggermente diminuite (50 e 64 verifiche ordinarie e straordinarie rispettivamente nel 2016 e 2015).
In quest’ultimo caso i controlli sono stati condotti da Lombardia, Toscana, Veneto e Puglia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.