Alternanza scuola-lavoro in Arpa Campania, il primo progetto a Pomigliano

A seguito di una convenzione siglata tra Arpac e il liceo Imbriani di Pomigliano d’Arco (Napoli), tre classi sono coinvolte in un percorso che prevede visite a un sito da bonificare a Napoli Est e alla UOC Siti contaminati e bonifiche.

356

Il primo appuntamento formativo a cui ha partecipato Arpa Campania in quest’anno scolastico, nell’ambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, si è tenuto lo scorso 12 dicembre al liceo classico-scientifico Vittorio Imbriani di Pomigliano D’Arco (Napoli). A inizio dicembre Arpac e il liceo Imbriani hanno siglato una convenzione che prevede, tra l’altro, una visita al sito in corso di bonifica della Kuwait raffinazione chimica spa, nella periferia orientale di Napoli, e ai laboratori della UOC Siti contaminati e bonifiche, struttura dell’Agenzia con sede ad Agnano, alle porte del capoluogo.

A fare da tutor, per Arpac, Luigi Cossentino (direttore Area territoriale del Dipartimento di Napoli) e Vincenzo Barbuto (dirigente esperto in bonifiche). La convenzione prevede una attività formativa in aula, che si è svolta il 12 e il 13 dicembre. Argomenti: la normativa sul ciclo dei rifiuti e la questione bonifiche. Cossentino ha illustrato ai ragazzi le regole in materia di ciclo dei rifiuti e li ha sensibilizzati sull’esigenza di mettere in pratica una raccolta differenziata attenta. A Barbuto è spettato il compito di affrontare il complesso tema delle bonifiche.

Il percorso formativo continuerà con una visita al sito della Q8, che si terrà il 20 e 21 dicembre, con particolare attenzione ai cantieri di bonifica, al fine di permettere agli studenti la verifica in campo di quanto appreso nell’attività formativa in aula. Tre sono le classi del liceo Imbriani coinvolte nell’iniziativa.

La terza tappa del percorso formativo si terrà a febbraio, nei laboratori della struttura Arpac dedicata a siti contaminati e bonifiche. Dopo aver visitato il sito Q8, i ragazzi potranno rendersi conto da vicino di come vengono analizzati i campioni che l’Agenzia preleva in quel sito, nel corso delle attività di controllo e di ispezione.

Anna Gaudioso – Arpa Campania
f.gaudioso@arpacampania.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.