Lo scarto diventa arte a Padova

0
dav
Ritagli di pelle, supporti di rinforzo delle calzature, cinture di sicurezza, vetro, legno e polistirolo, sono solo alcuni dei materiali che danno vita agli uomini e donne d’affari, dodici sculture a grandezza naturale, che compongono la suggestiva installazione “Businnes Wo/men” frutto del lavoro collettivo degli studenti delle Accademie di Belle Arti di Bologna e Firenze.Ci si imbatte anche in vari animali a grandezza naturale realizzati dallo scultore vicentino Alberto Salvetti. Ad attirare l’attenzione del visitatore sono i quattro lupi. Creati dall’assemblaggio di fogli di quotidiani che danno la notizia della loro dispersione, i lupi sembrano riprendere vita proprio grazie alla carta.
dav
A sovrastare su tutti è il Pinocchio di Edoardo Malagigi alto cinque metri, realizzato mettendo insieme migliaia di pezzi di piccoli pinocchi in legno scartati in fase di produzione perché difettosi.
“L’uomo è fatto della stessa sostanza di cui è fatto l’ambiente che lo circonda”, è il tema declinato nelle varie “opere ritratto” che formano il secondo percorso della mostra. Illustri personaggi vengono ritratti non con colore e pennello ma assemblando materiale di recupero e scarti di ogni genere, che conservano un legame sottile con il soggetto raffigurato. Ed è così che si può ammirare una coloratissima Frida Kahlo di Olimpia Boghazzi realizzata con foglie, tendaggi, petali e i fiori tanto amati dall’artista messicana, oppure un’icona della musica italiana come Mina, di Alessia Ruzzo fatta con pezzi di vinile 33 giri.Tutto questo è “Scart, il lato bello e utile del rifiuto”, mostra itinerante di Herambiente ora a Padova, che trova la sua forza emotiva nel ridare vita a ciò che in una società di consumi è considerato morto, portando il visitatore a riflettere su come prendersi cura dell’ambiente vuol dire prendersi cura di se stessi.“Scart” è la dimostrazione che l’arte può ancora essere uno strumento utile per capire non solo se stessi ma anche il mondo.

Il progetto

“Scart” nasce vent’anni fa con l’obbiettivo di far incidere Waste Recycling, società del gruppo Herambiente positivamente sulla mentalità del recupero e del riuso. Partendo dall’idea del rifiuto come materia prima, Scart realizza ogni anno opere, installazioni ed elementi di design collaborando con artisti, architetti e studenti delle accademie di belle arti di Bologna e Firenze.

Curiosità

Dopo aver toccato le città di Ravenna, Imola, Modena, Udine, Pisa e Bologna, l’esclusiva mostra gratuita promossa dal gruppo Hera a cura di Maurizio Giani, fa tappa a Padova. Ad ospitarla, dal 18 ottobre al 13 novembre 2018, i bellissimi spazi espositivi del Centro Culturale Altinate San Gaetano. Nato nel 2008, si è affermato come luogo di riferimento per la cittadinanza, un luogo che vuole informare, promuovere e divulgare la cultura in tutte le sue forme.www.altinatesangaetano.ithttp://ha.gruppohera.it/newsletter/autore: Chiara Tangolo, Scienze della comunicazione – Università di Padova, in stage all’Ufficio Stampa Arpa Veneto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.